Aneddoti & Curiosità

I tesori del Battistero di San Marco a Venezia

Opere e luoghi poco noti
Battistero_San_Marco

I tesori del Battistero di San Marco a Venezia

 

Al riparo dalla confusione dei visitatori che ogni giorno affollano la basilica di San Marco a Venezia c'è il battistero, un luogo affascinante e pieno di tesori nascosti.

Vi si può ammirare per esempio la tomba del doge Andrea Dandolo, colui che diede al Battistero il suo aspetto attuale nel corso del XIV secolo.

Questo doge fu l'ultimo ad essere sepolto nella basilica di San Marco e il suo monumento funebre è un capolavoro di scultura gotica: opera dei De Sanctis, è decorato con bellissimi rilievi che rappresentano il Martirio di Sant'Andrea e di San Giovanni Evangelista, mentre sull'urna c'è il corpo disteso del doge.

Al centro della sala campeggia lo splendido fonte battesimale in marmo e bronzo, opera del celebre scultore rinascimentale Jacopo Sansovino, che realizzò a bassorilievo sul coperchio otto comparti che rappresentano quattro scene della vita del Battista e i quattro Evangelisti, in cima la statua di San Giovanni Battista, opera di Francesco Segala.

L'altare è costituito da un grosso masso di granito rosso, portato qui da Tiro nel 1126 e dal quale, secondo la tradizione, Cristo avrebbe parlato alle folle.

Non si può poi non parlare della splendida decorazione musiva, realizzata nel XIV secolo, che racconta la vita del Battista, tra cui campeggia la splendida scena della danza di Salomè.

Il battistero di San Marco a Venezia è visitabile dal martedì al sabato solo con il tour La Basilica di San Marco e suoi tesori, prenotabile online su venetoinside.com.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Le curiose leggende sulla nascita del radicchio trevigiano

radicchio_CC.Mon CEil
Lo sapevate che...

Lo sapevate che, secondo un antico detto popolare, il radicchio rosso sembra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno, per dare ...

Vedi

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi