Aneddoti & Curiosità

25 aprile 2020: 5 idee divertenti per festeggiare S. Marco restando a casa! #iorestoacasa

Tradizioni popolari
Untitled

25 aprile 2020: 5 idee divertenti per festeggiare S. Marco restando a casa! #iorestoacasa

Il 25 aprile è una giornata di grandi festeggiamenti a Venezia: non solo è la Festa della Liberazione, ma è anche la festa di San Marco, patrono della città, e quella del ‘bocolo’, il bocciolo di rosa rossa che gli uomini veneziani sono soliti regalare alla propria amata, come vi abbiamo raccontato in quest’altro articolo.

Per ovvie ragioni quest’anno non ci potrà essere il tradizionale ritrovo in piazza San Marco, con spettacoli e sventolanti bandiere del leone alato, ma noi di Venetoinside abbiamo voglia di festeggiare lo stesso e per questo vi vogliamo proporre 5 idee divertenti per farlo anche rimanendo a casa!

Ecco qui le nostre proposte:

 

1. Preparati un bello spritz e brinda a San Marco!

Lo spritz, tipico aperitivo veneziano, di cui vi abbiamo raccontato la storia in un altro post del nostro blog, può essere fatto sia nella versione più dolce con l’Aperol, sia in quella più amarognola con il Bitter Campari. Esistono diverse ricette, noi vi proponiamo la più semplice e veloce da realizzare per chi non è un aspirante bartender o non ha voglia di rovistare nella dispensa alla ricerca del dosatore perduto. Ecco gli ingredienti:

  • un terzo di Prosecco
  • un terzo di Bitter Campari oppure Aperol
  • un terzo di soda oppure, se non ce l’hai a disposizione, semplice acqua frizzante

Mescola tutto in un bicchiere, aggiungi del ghiaccio e servi con una fetta d’arancia!

 

2. Ascolta una canzone che ti trasporti, con l’immaginazione, a Venezia

Di canzoni che parlano di Venezia ce ne sono davvero tante, noi ne abbiamo selezionate tre, scegli tu quella che fa più al caso tuo e al tuo umore del momento:

  • 'Pin Floi' della band veneziana Pitura Freska: racconta in modo originale il famosissimo ma anche contestatissimo concerto che i Pink Floyd tennero nel 1989 su un palco galleggiante al centro del Bacino di San Marco, proprio la sera del Redentore;
  • 'Tua cugina prima (Tutti a Venezia)' di Paolo Conte: descrive con sottile ironia la scena di una coppia che si fa fotografare in piazza San Marco per fare invidia ad una cugina non proprio simpatica, che si era vantata di esser stata lì prima di loro;
  • 'Le Glorie del Nostro Leon': canzone della tradizione popolare che in questi giorni si sente riecheggiare tra i palazzi veneziani nella zona di Castello dove, ogni domenica, un veneziano prepara originali playlist per intrattenere e portare un po’ di allegria a tutto il vicinato.

 

3. Dilettati con la preparazione di un piatto tipico veneziano

Anche in fatto di cucina tipica veneziana ci sarebbe l’imbarazzo della scelta. Noi ti proponiamo questi 3 piatti con ricette veloci e semplici da preparare visto che ormai, dopo un mese e mezzo di quarantena, siamo tutti stanchi di spignattare ogni santo giorno! Buon appetito!

  • Agli amanti del pesce e dei gusti decisi suggeriamo i famosi bigoi in salsa. Per circa quattro porzioni ti serviranno solo: un vasetto di acciughe sott’olio da 100 gr, 1 grossa cipolla bianca e 500 gr di bigoli. Inizia tagliando la cipolla a fettine sottili e mettila ad appassire a fuoco molto basso su una padella con dell’olio. Poi unisci le acciughe alla cipolla, mescola di tanto in tanto e lascia che le acciughe si sciolgano, facendo in modo che si formi una salsa cremosa versando un po’ d’acqua di cottura della pasta. Aggiungi poi i bigoli (cotti al dente, mi raccomando!), un po’ di pepe e, se lo desideri, spolverizza una manciata di pan grattato precedentemente tostato prima di servire il piatto et voilà, il gioco è fatto.
  • Agli amanti delle verdure di stagione e del rispetto delle tradizioni anche in cucina, proponiamo i Risi e bisi, pietanza che veniva offerta al Doge proprio il 25 aprile, in onore della festa di San Marco, come vi abbiamo già raccontato qui. Per prepararli avrai bisogno di: 350 g di riso vialone nano, 1 kg di piselli, 1 cipolla, 60 gr di burro, 50 gr di pancetta di maiale, circa 1 litro di brodo vegetale, prezzemolo, parmigiano grattugiato, sale, pepe e olio. Per prima cosa prendi i baccelli dei piselli, lavali, aggiungili al brodo vegetale e cuocili per 1 ora dall’inizio del bollore. Poi frullali con il frullatore ad immersione e versa il tutto in una ciotola, passandolo prima al setaccio. Nel frattempo, fai soffriggere in una pentola, per dieci minuti circa, la cipolla tritata con metà del burro e un po’ d’olio. Aggiungi la pancetta tagliata a cubetti, il prezzemolo tritato, successivamente anche i piselli e il brodo creato con i baccelli. Quando il brodo inizierà a bollire, versa il riso e aggiungi il sale. Verso fine cottura, aggiungi il resto del burro, il parmigiano e il pepe.
  • Infine a chi ama di più i piatti di carne e non disdegna i sapori forti, proponiamo quest’altra ricetta tipica della tradizione veneta, il fegato alla veneziana. Gli ingredienti di cui avrai bisogno sono: 500 gr di fegato di vitello, 6 foglie di salvia, 15 gr di burro, 2 cipolle bianche, un cucchiaio di aceto di vino bianco, olio, sale, pepe e acqua. Fai cuocere le cipolle affettate in una padella con il burro e un filo d’olio. Aggiungi un po’ d’acqua, cuoci per 5 minuti, unisci la salvia tritata e l’aceto di vino bianco. Dopo qualche minuto, aggiungi le fette di fegato e cuoci a fuoco alto per circa 5 minuti, girandole a metà cottura.

 

4. Guarda un film ambientato a Venezia

Se non ne puoi davvero più di stare in casa e sogni ad occhi aperti il momento in cui potrai finalmente tornare a passeggiare tra le strette calli veneziane, abbiamo pensato a tre film, molto diversi tra loro, che ti trasporteranno nella bellezza della città lagunare, almeno con l’immaginazione…

  • Per chi preferisce film leggeri e divertenti suggeriamo ‘Pane e Tulipani’, storia di una casalinga che viene dimenticata in un autogrill e decide di recarsi, sola, a Venezia, dove verrà ospitata dal cameriere Fernando, almeno finché il marito, oberato dai lavori domestici, non inizierà a cercarla…
  • Per gli appassionati di pellicole d’azione, thriller e intrecci sentimentali consigliamo, invece, ‘The Tourist’, con Angelina Jolie e Johnny Depp. Racconta le avventure di un turista americano che, in viaggio verso Venezia, incontra una donna affascinante e misteriosa, amante di un ricercato dal governo… non mancheranno i colpi di scena!
  • Infine, chi fosse un grande amante dei classici, non può perdersi ‘Indiana Jones e l’ultima crociata’! Nel terzo film della serie sul noto archeologo, Indiana Jones viene incaricato della ricerca del Sacro Graal, calice usato da Gesù durante l’Ultima Cena e che, prima di lui, stava cercando suo padre, Henry Jones, misteriosamente sparito nel nulla.

 

5. Dai sfogo al tuo lato artistico 

In questo periodo, si sa, tutti i genitori sono alla disperata ricerca di attività divertenti da fare in casa per tenere impegnati i propri bambini e allontanarli dalla TV ;-). Per solidarietà abbiamo pensato anche a loro (e alla loro salute mentale!) e vi proponiamo quindi tre attività creative molto facili da realizzare, con l’uso di materiali che generalmente si hanno già in casa o siano comunque semplici da reperire. Scegli quella che ti sembra più adatta alle mani dei tuoi bambini, all’artista che è in te e alla tua dose di pazienza e… comincia subito!

  • Disegna e poi colora una bella rosa in onore della festa del bocolo oppure il leone alato, simbolo della Serenissima! Sarà un’occasione per raccontare ai bambini le tradizioni di questa giornata in modo divertente. Per avere un disegno già pronto, da stampare e colorare come preferisci, clicca qui per il leone alato e qui per il bocolo;
  • Crea una maschera e gioca a far finta che sia ancora Carnevale, per una bella ventata di allegria e spensieratezza! Qui troverai un template che potrai stampare e decorare come preferisci. Puoi semplicemente colorarlo, oppure aggiungere sagome create con cartoncini colorati, glitter, piume o qualsiasi altra cosa tu abbia in casa. Via libera alla fantasia!
  • Cimentati in un bell’origami per creare una rosa a partire da un quadrato di carta! Ti avvisiamo che per questa attività ci vuole un po’ più di pazienza e manualità ma con questo tutorial, vedrai che non sarà poi così difficile ;-).

 

Venezia, 23 Aprile 2020

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Veronica Franco: la donna più discussa della Serenissima

vf1
Presenze illustri

Tra le varie figure femminili veneziane del passato, sicuramente una delle più interessanti e, per molti lati moderna, è Veronica Fra...

Vedi

Venezia: 10 canzoni che ti faranno pensare a Venezia

canzoni-ve
Lo sapevate che...

Ci sono canzoni di cui basta sentire le prime note per essere subito trasportati con la mente ad un luogo, un ricordo o un sogno. Quest...

Vedi

Padova: Vò Euganeo: un luogo da scoprire

vò
Opere e luoghi poco noti

In questi ultimi mesi si è sentito molto parlare del piccolo comune di Vò, in provincia di Padova, al centro delle attenzioni e preoc...

Vedi

Venezia: 10 film ambientati a Venezia da non perdere

10_film_venezia
Location cinematografiche

Venezia è una città unica al mondo, ogni anno fa sognare milioni di visitatori con il suo fascino intramontabile e le sue ‘calli’...

Vedi

I post più letti

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi