Aneddoti & Curiosità

Il Carnevale di Sappada in cima alle Dolomiti

Tradizioni popolari
rollate-sappada

Il Carnevale di Sappada in cima alle Dolomiti

Quando si parla di carnevale, tutti pensano a quello di Venezia… Ma in Veneto ci sono tanti altri eventi legati al carnevale, che hanno radici nel folklore locale.

Un ottimo esempio è rappresentato dal carnevale di Sappada, dove il protagonista assoluto è il Rollate, una maschera che indossa una pesante pelliccia scura di montone con un grande cappuccio che avvolge completamente il capo, ornato da un ciuffo di lana rossa. Il volto è coperto da una maschera rigorosamente in legno che altera la voce di chi la indossa, con sguardo severo e baffi e sopracciglia scuri e molto folti.

Prende il nome dalle rolln, i rumorosi campanacci a forma di sfere metalliche che la maschera porta legati in vita con una catena e che fa risuonare al suo cammino.

In passato il Rollate era una maschera più cattiva, si racconta infatti che vestirsi da Rollate fosse un’occasione per vendicarsi delle offese subite e dissipare vecchi rancori. A quel tempo, nelle manifestazioni, erano preceduti dai pagliacci (pajazn), maschere colorate con un cappello a cono, che saltellavano loro intorno. Dopo la scomparsa dei pagliacci, il Rollate ha assunto il loro ruolo nell’intrattenere i bambini.

In passato, di norma, i Carnevali erano proibiti ai bambini perché si trattava di un rituale riservato unicamente agli adulti: se i bambini si avvicinavano troppo alle maschere venivano spaventati ed inseguiti! A Sappada non solo non potevano mascherarsi e partecipare al carnevale assieme agli adulti, ma venivano anche minacciati dalle maschere.

Il Rollate, in particolare, aveva il compito di minacciare ed impaurire i bambini che, quando sentivano il suono delle rolln avvicinarsi minacciosamente, scappavano ai piani più alti delle case o si rifugiavano al sicuro, terrorizzati.

Se volete partecipare al vivace carnevale di Sappada prenotate subito il vostro trasferimento online! Vi porteremo nel cuore delle Dolomiti per permettervi di prendere parte ad una delle più antiche e festose manifestazioni locali!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi