Aneddoti & Curiosità

Il Casino di palazzo Bru Zane a Venezia

Opere e luoghi poco noti
casino-bru-zane

Il Casino di palazzo Bru Zane a Venezia

Il casino di Ca' Zane è stato progettato dalla scuola di Baldassare Longhena nell'ambito della realizzazione di palazzo Zane.

All’epoca, gli Zane erano una delle più ricche famiglie veneziane e programmarono la ristrutturazione di un loro edificio già esistente affidando al Longhena, autore anche della splendida Basilica di Santa Maria della Salute, il ruolo di proto (capomastro).

Già in avanzata età, il Longhena non riuscì a completare il progetto prima della propria morte. L’opera venne quindi terminata dalla sua scuola, in particolare dall’architetto Antonio Gasparri.

Oltre agli interventi sul palazzo stesso, vennero realizzati un giardino seicentesco, il casino di Ca' Zane, architettura dedicata al gioco, e una biblioteca di famiglia con, all’interno, una decorazione a stucco opera di Abbondio Stazio e in legno di Andrea Brustolon. Gli affreschi sono stati attribuiti a Sebastiano Ricci.

L’intero complesso è stato restaurato a cura della Fondazione Bru Zane a partire dal 2007. Un intervento ha visto anche il recupero del giardino di collegamento con il palazzo principale, in parte occupato da costruzioni successive.

Il Casino di Palazzo Bru Zane apre le sue porte ai visitatori tutti i giovedì pomeriggio per delle visite guidate gratuite… Raggiungere il palazzo è molto semplice: vi basterà scendere alla fermata San Tomà o Riva de Biasio dei trasporti pubblici veneziani e fare una piccola passeggiata!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi