Aneddoti & Curiosità

Il cimitero ebraico al Lido di Venezia

Opere e luoghi poco noti
Cimitero_ebraico

Il cimitero ebraico al Lido di Venezia

Il Lido di Venezia è famoso in tutto il mondo per la mostra del cinema che qui si svolge ogni anno, frequentata da star italiane e internazionali.

Ma quest' isola nasconde anche un gioiello dell'arte medievale: il cimitero ebraico. La comunità ebraica di Venezia, una delle più importanti in Europa, ebbe il permesso dal governo della Serenissima Repubblica nel 1386 di avere un proprio cimitero, ma doveva essere lontano dalla città e quindi fu loro concesso un terreno sull'isola del Lido, che a quell'epoca era quasi del tutto disabitata.

Questo cimitero fu più volte ampliato e utilizzato ininterrottamente fino alla caduta della Repubblica di Venezia; durante il XIX secolo il cimitero fu quasi del tutto abbandonato e alcune parti furono espropriate per costruire il Tiro a volo.

Dal 1999 cominciarono i restauri e il recupero di molte lapidi, databili fra il 1550 e l'inizio del ‘700. Tra le lapidi ci sono quelle della poetessa Sarah Coppio Sullam, del rabbino Leone da Modena, e dell'intellettuale Simon Luzzatto, personalità di spicco della vita culturale del Ghetto nei secoli XVI e XVII.

Il cimitero ebraico del Lido, con la sua atmosfera romantica e suggestiva, è il luogo ideale da visitare per chi vuole fuggire dalla confusione del red carpet!

Il nostro tour di Venezia in bicicletta: itinerario guidato tra arte, storia e natura vi permetterà di scoprire i luoghi più interessanti del Lido di Venezia, compreso lo storico Cimitero ebraico, grazie a un rilassante giro in bicicletta guidati da un esperto accompagnatore!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi