Aneddoti & Curiosità

Il cinema Odeon di Vicenza, uno dei più antichi del mondo

Curiosità storiche
odeon-vicenza

Il cinema Odeon di Vicenza, uno dei più antichi del mondo

Forse non tutti sanno che a Vicenza si trova una delle più antiche sale cinematografiche del mondo, aperta ancora oggi!

In origine la sala era una chiesa - per la precisione una delle 7 sacre cappelle medioevali nate intorno all’attuale duomo cittadino oltre mille anni fa - dedicata ai Santi Faustino e Giovita.

L’edificio fu quasi interamente riprogettato nel 1700; con le soppressioni ottocentesche passò alla Municipalità e divenne prima un magazzino e poi una cucina per le mense dei poveri. Fortunatamente il luogo venne infine riscattato dalla società di Mutuo Soccorso degli Artigiani Vicentini, che vollero usare questo spazio come sede delle loro riunioni.

Nel lontano 1907, su proposta della società vicentina Cines Fonos, il Salone San Faustino ospitò la prima rassegna di proiezioni sperimentali ed infine, nel 1909, si inaugurò ufficialmente il Cinema San Faustino, poi chiamato Odeon.

Dall’inaugurazione il Cinema non ha mai smesso di proiettare film, divenendo un punto di riferimento per tutti i Vicentini. Naturalmente, negli anni, la sala è stata modificata per adeguarsi alle strutture di un cinema moderno senza però perdere la sua unicità, che si coglie alzando gli occhi al soffitto affrescato, sostando nel settecentesco atrio o più semplicemente respirando l’atmosfera calda ed accogliente di un ambiente che si differenzia fortemente da un freddo e impersonale multisala di periferia.

Vedere un film in questo storico ed affascinante cinema può rappresentare la conclusione perfetta di una giornata alla scoperta della città del Palladio... Magari in compagnia di Michela, la nostra brillante guida che su richiesta organizza visite guidate private di Vicenza!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi