Aneddoti & Curiosità

Il criptoportico di Piazza Duomo a Vicenza

Opere e luoghi poco noti
criptoportico_vicenza

Il criptoportico di Piazza Duomo a Vicenza

Vicenza è famosa in tutto il mondo per i suoi monumenti cinquecenteschi, patrimonio dell’Unesco opera del grande architetto Andrea Palladio.

Ma Vicenza vanta anche un lungo passato, a volte nascosto sotto gli edifici odierni, come il Criptoportico sotto Piazza Duomo.

Nell’architettura dell’antica Roma, un criptoportico era un corridoio o una via di passaggio coperta, al livello del terreno o più spesso seminterrato, che supportava una struttura, tipo un foro o una villa, come corridoio di servizio non esposto alla vista.

Nell’estate del 1954, durante i lavori per la realizzazione della canonica della cattedrale di Vicenza, lungo il lato meridionale di Piazza Duomo, gli operai si imbatterono in una struttura compatta molto più dura della terra e ghiaia circostante, probabilmente un frammento di pavimento. Nel delimitare la struttura ci si accorse che, al di sotto, essa appariva vuota. Con l’aiuto di una torcia riuscirono a vedere quella che sembrava una canaletta, poco profonda e non molto lunga. È stato solo durante i lavori di pulizia e consolidamento che si scoprì la vera natura della struttra: un criptoportico di epoca romana.

Il criptoportico apparteneva a una domus romana, non conservata (ma viste le dimensioni del criptoportico certamente ricca), ubicata nel settore sudovest della città romana. È formato da tre bracci disposti a U e ha un’altezza di circa 2,75 metri.

Il criptoportico riceveva luce da 31 piccole finestrelle a bocca di lupo collocate nella parte alta dei lati interni, molto probabilmente in corrispondenza del giardino del peristilio soprastante. Vi si accedeva tramite una stretta scala, in parte corrispondente a quella tuttora in uso, che immetteva nel braccio settentrionale. Alcuni ambienti, per le raffinate pavimentazioni e gli intonaci, furono sicuramente utilizzati dalla famiglia proprietaria, mentre altri dovevano invece essere adibiti a magazzini e laboratori.

Attualmente, il criptoportico di Vicenza è aperto al pubblico… Se volete inserirlo nel vostro itinerario di visita a Vicenza, vi basterà indicarlo quando compilate la richiesta!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi