Aneddoti & Curiosità

Il Doge Pietro Tradonico e l’isola di Poveglia nella laguna di Venezia

Curiosità storiche
poveglia-venezia

Il Doge Pietro Tradonico e l’isola di Poveglia nella laguna di Venezia

L’isola di Poveglia, nella laguna di Venezia, è considerata dagli esperti del paranormale uno dei luoghi più infestati al mondo… Di solito ci si sofferma solo sulla storia recente, quando l’isola ospitava un ospedale psichiatrico, ma la sua ‘maledizione’ è cominciata molto prima, già agli albori della storia di Venezia!

Qui, infatti, nel’864 si insediarono le famiglie dei 200 fedelissimi servi del doge Pietro Tradonico. In seguito alle rivolte scaturite dall’uccisione del Tradonico, i suoi fedelissimi avevano ottenuto dal suo successore, Orso I Partecipazio, la concessione di terre e valli, con l’obbligo di censimento annuale e di atto d’omaggio da compiersi il secondo giorno di Pasqua, ed il diritto ad avere come governatore un castaldo ducale affiancato da 27 consiglieri locali.

Il Doge Pietro Tradonico era un nobile originario di Pola che cercò fin da subito di porre il Dogado di Venezia sotto la protezione dell’impero carolingio. Questo gli provocò dure opposizioni da parte dei notabili locali, tanto che fu pugnalato a morte il 13 settembre del 864 all’uscita dalla messa per l’anniversario della consacrazione della chiesa di San Zaccaria. Da allora, quel luogo venne considerato nefasto e fu proibito costruirvi, finché, all’indomani della Seconda guerra mondiale, i proprietari dell’hotel Danieli in Riva degli Schiavoni decisero che la maledizione era durata abbastanza e vi costruirono una nuova ala per l’albergo!

Se volete ascoltare altre affascinanti storie e curiosità su questa straordinaria città contattateci subito per organizzare una visita guidata privata a Venezia… Le nostre guide, che la conoscono perché la vivono ogni giorno, sapranno farvi conoscere il meglio di questa splendida città!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi