Aneddoti & Curiosità

Il drappo nero nella sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Venezia

Curiosità storiche
Drappo_Nero

Il drappo nero nella sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Venezia

La Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale è uno dei luoghi più visitati di Venezia. In essa possiamo conoscere la storia della città e ammirarne l'antica potenza.

Questa Sala istituzionale però racconta anche i lati più oscuri della storia dell'antica Repubblica. Se osserviamo infatti i ritratti dei Dogi che corrono sotto al soffitto per tutto il perimetro della Sala, noteremo che uno dei volti è coperto da un drappo nero. Sotto di esso si nasconde il ritratto del Doge Marino Falier, così celato perché si macchiò di un terribile delitto: provò ad instaurare una dittatura personale.

Marino Falier divenne doge nel 1354 e poco dopo ordì una congiura con altri nobili della città per creare una signoria ereditaria e sovvertire gli ordinamenti repubblicani. Il complotto fu scoperto e i cospiratori, tra cui lo stesso doge, furono arrestati, interrogati, condannati a morte per alto tradimento e decapitati davanti al Palazzo Ducale il 15 aprile 1355.

L'aristocrazia veneziana non volle che questa lezione andasse perduta e così venne deciso che ogni anno si festeggiasse il giorno di sant'Isidoro (16 aprile), in cui Marino Falier era stato condannato a morte. Inoltre un decreto fece cancellare l'effigie di Falier nella sala del Maggior Consiglio, in cui si allineavano i ritratti dei dogi, e in quello stesso spazio fece apporre questa iscrizione: ‘Hic fuit locus ser Marini Faletri, decapitati pro crimine proditionis', ossia ‘Questo era il posto di Marin Falier, decapitato per tradimento'.

La leggenda vuole che il fantasma del doge traditore vaghi ancora oggi senza pace in campo Santi Giovanni e Paolo, dove si trova la chiesa in cui sono sepolti molti dogi, proprio perché a lui fu negato tale onore.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Il ponte dei pugni nel Sestiere di Dorsoduro

ponte-dei-pugni
Curiosità storiche

Il ponte dei pugni, situato nel Sestiere di Dorsoduro, deve il suo nome ad un’antica tradizione di Venezia: la Guerra dei pugni. Gli ...

Vedi

Venezia: La pietra rossa del ‘Sotoportego de la peste’

sotoportego-de-la-peste
Misteri & Leggende

Camminando per Venezia tra calli, campi e campielli vi potreste imbattere in strane lastre sul selciato… che non vanno assolutamente ...

Vedi

Treviso: La fabbrica di coriandoli del signor Carnevale a Paese

fabbrica-cordiandoli-carnevale
Tradizioni popolari

Tutti noi conosciamo i coriandoli, quei pezzettini di carta colorata che vengono lanciati in aria in occasione del carnevale… Vi siet...

Vedi

Venezia: Canaletto, il grande vedutista veneziano

canaletto-san-marco
Presenze illustri

Giovanni Antonio Canal, meglio conosciuto come il Canaletto, è stato uno dei più grandi vedutisti del Settecento. Oltre a unire archi...

Vedi

I post più letti

Padova: Il giardino delle biodiversità nell’Orto Botanico di Padova

giardino-biodiversità
Opere e luoghi poco noti

Fondato nel 1545 , l’orto Botanico di Padova è il più antico orto botanico al mondo ancora situato nella sua collocazione originari...

Vedi

Vicenza: La Torre Bissara nella Piazza dei Signori

torre-bissara-vicenza
Curiosità storiche

Uno dei luoghi più suggestivi di Vicenza è sicuramente Piazza dei Signori, dove si affaccia la celeberrima Basilica Palladiana, opera...

Vedi

Venezia: Il rilievo dell’uomo con la pipa a Palazzo Loredan sul Canal Grande

palazzo-loredan
Misteri & Leggende

Uno dei palazzi più antichi sulle rive del Canal Grande è Palazzo Loredan, eretto nel XIII secolo e attualmente sede del Municipio ci...

Vedi

Verona: Il monumento equestre a Cangrande della Scala a Verona

cangrande
Presenze illustri

Uno dei personaggi più famosi della storia di Verona è sicuramente Cangrande della Scala, signore di Verona dal 1308 fino al 1329, an...

Vedi