Aneddoti & Curiosità

Il Ghetto di Venezia e le sue sinagoghe nascoste

Opere e luoghi poco noti
Ghetto

Il Ghetto di Venezia e le sue sinagoghe nascoste

Venezia è famosissima anche perché qui è stato fondato il primo ‘Ghetto ebraico' al mondo, ovvero il quartiere dove erano obbligati a risiedere gli ebrei e che caratterizzerà poi molte altre città europee.

Quando si visita il Ghetto di Venezia si viene a sapere che fin dal XVI secolo vi erano cinque sinagoghe maggiori ma oggi è quasi impossibile riconoscerle negli alti edifici se non si sa cosa cercare. In questo quartiere non ci sono infatti edifici monumentali separati dal resto delle abitazioni, dal momento che gli ebrei a Venezia disponevano solo di un piccolo spazio attorno ai campi del Ghetto Nuovo e del Ghetto Vecchio, ed è per questo che i palazzi sono molto alti, perché si sopraelevavano man mano che la popolazione cresceva.

Le Sinagoghe quindi furono costruite sopra le normali abitazioni poiché, secondo l'insegnamento del Talmud,  i luoghi di preghiera devono elevarsi sulla città, e dall' esterno sono riconoscibili solo contando le finestre. Infatti tutte le sinagoghe di Venezia hanno cinque ampie finestre, che danno loro una grande luminosità. Secondo il Talmud la luce è elemento fondamentale per una sinagoga perché è simbolo della vita e, quindi, di Dio. Sulla scelta del numero cinque ci sono varie interpretazioni ma la più probabile è sia collegato alla ripartizione del Talmud, diviso appunto in cinque parti, che rappresenterebbero le manifestazioni della luce.

Se desideri approfondire la conoscenza del Ghetto di Venezia puoi prenotare online il tour di venetoinside.com Venezia e l'Oriente (Arte, spezie e caffè).

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi