Aneddoti & Curiosità

Il monumento equestre a Cangrande della Scala a Verona

Presenze illustri
cangrande

Il monumento equestre a Cangrande della Scala a Verona

Uno dei personaggi più famosi della storia di Verona è sicuramente Cangrande della Scala, signore di Verona dal 1308 fino al 1329, anno della sua morte. Cangrande consolidò il potere della sua famiglia ed espanse quello della sua città fino a divenire, grazie ai suoi successi, la guida della fazione ghibellina.

Cangrande non fu solo un abile conquistatore, ma anche uno scaltro politico, un accorto amministratore e un generoso mecenate, noto infatti anche perché fu amico e protettore di Dante Alighieri.

Oggi, uno dei monumenti più famosi della città di Verona sono le Arche Scaligere, il maestoso complesso funerario in stile gotico della famiglia degli Scaligeri che conserva le arche (o tombe) di alcuni illustri rappresentanti della casata, tra cui appunto quella del più grande Signore di Verona, Cangrande.

Il suo sarcofago è sormontato da una statua equestre di Cangrande (l’originale si trova dentro il Museo di Castelvecchio), ritenuta la più bella statua equestre del XIV secolo ed attribuita a Giovanni di Rigino: Cangrande è raffigurato sorridente e eretto sul cavallo appena arrestato dal galoppo vittorioso, con il vento che fa ondeggiare la gualdrappa damascata che ricopre il cavallo sino agli zoccoli. Il capo di Cangrande è coperto con una maglia d’acciaio, mentre l’elmo a testa di cane alato è gettato dietro la schiena.

Cangrande della Scala è anche il protagonista dell’affascinante Killing Cangrande – tour del mistero a Verona, un’originale visita guidata durante la quale sarete chiamati a risolvere gli intricati misteri legati alla morte di questo grande personaggio!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Le curiose leggende sulla nascita del radicchio trevigiano

radicchio_CC.Mon CEil
Lo sapevate che...

Lo sapevate che, secondo un antico detto popolare, il radicchio rosso sembra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno, per dare ...

Vedi

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi