Aneddoti & Curiosità

Il monumento funebre di Benavides nella chiesa degli Eremitani

Presenze illustri
monumento-benavides-padova

Il monumento funebre di Benavides nella chiesa degli Eremitani

La chiesa degli Eremitani è sicuramente una delle chiese più belle di Padova… Si tratta di uno straordinario esempio dello stile ‘classicheggiante’ che si sviluppò nella Padova di età comunale. Al suo interno sono conservate insigni opere d’arte, tra cui i primi lavori pittorici di Andrea Mantegna, e riposano molti insigni personaggi, fra cui il giurista Marco Mantova Benavides.

Di famiglia spagnola (1489- 1582), appassionato d’arte e cultura ed amico di Pietro Aretino, Benavides è uno dei fondatori dell’Accademia degli Infiammati, della quale facevano parte anche Francesco Sansovino, Pietro Bembo, Luigi Alamanni e  Giovanni Cornaro. Tra le varie cose curò anche un’edizione delle opere di Francesco Petrarca, traducendo alcune liriche del Canzoniere in lingua latina.

Proprio in una lettera diretta a Pietro Aretino del 1545, leggiamo che commissionò al celebre scultore fiorentino Bartolomeo Ammannati il suo monumento funebre per la chiesa degli Eremitani, che possiamo ammirare tutt’ora. La tomba riprende i moduli dell’arco trionfale tripartito e le tre nicchie contengono le raffigurazioni dell'Onore (o del Tempo) e della Fama, mentre al centro trova posto la statua di Marco Mantova Benavides.

La chiesa degli Eremitani può essere inclusa nel nostro Your Own Padova, esclusiva visita guidata privata di Padova per la quale potrete concordare itinerario, orario di partenza e durata con la nostra esperta guida locale!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

I post più letti

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi