Aneddoti & Curiosità

Il Museo d’arte moderna Mario Rimoldi a Cortina d’Ampezzo

Opere e luoghi poco noti
museo-rimoldi

Il Museo d’arte moderna Mario Rimoldi a Cortina d’Ampezzo

Quando si parla della ‘Perla delle Dolomiti’ di solito si pensa alle piste da sci, agli alberghi di lusso e allo shopping nelle luccicanti boutique del centro storico.

In realtà, Cortina offre molto di più! Non tutti sanno che qui si trova anche uno dei più bei musei di arte moderna italiana del primo Novecento: il museo Mario Rimoldi.

Il Museo è stato inaugurato nel 1974, a seguito della cospicua donazione di Rosa Braun, vedova di Mario Rimoldi, famoso collezionista di Cortina d'Ampezzo divenuto amico di artisti del calibro di de Pisis, De Chirico, Sironi, Campigli e Music, frequentatori della conca ampezzana.

Nel 1941, quando si apre a Cortina la prima Mostra Internazionale del Collezionista, la collezione di Mario Rimoldi è già delineata: spiccano gli splendidi de Pisis, i Morandi, i Semeghini, i Rosai, i Campigli, i Sironi, il Garbari, il Severini, il Tosi e il Guidi.

Nel dopoguerra entrano nella collezione anche le opere sperimentali di artisti già rappresentati con quadri figurativi. Rimoldi s’interessa ad artisti legati al filone figurativo e all’ambiente veneto, come Cadorin, Cesetti, Saetti, Tomea e Depero, con aperture anche verso nuovi movimenti che si vanno formando fuori dal Veneto. La collezione si arricchisce con La Zolfara di Guttuso ed altre opere dei protagonisti della nuova sperimentazione, come Corpora, Crippa, Dova, Morlotti, Music, Santomaso, Vedova. Scopre anche artisti stranieri, come Kokoschka, Leger, Villon, Zadkine, e si accosta ai protagonisti delle neoavanguardie e agli astratti degli anni Cinquanta.

Approfittate della nostra escursione Cortina e Dolomiti da Venezia per raggiungere questa celebre località montana senza pensieri! Il Museo d'Arte Moderna è aperto tutti i giorni, eccetto lunedì, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: I bussolai, tipici biscotti pasquali di Burano

bussola
Tradizioni popolari

I ‘bussolai’ sono biscotti tipici della tradizione veneziana e derivano il loro nome dalla parola ‘busa’ che significa ‘buco...

Vedi

Venezia: Le tradizioni di Pasqua nella Venezia della Serenissima

pasqua-serenissima
Tradizioni popolari

La Pasqua è una delle feste più importanti per il Cristianesimo poiché commemora la Resurrezione di Gesù Cristo. Nel corso dei seco...

Vedi

Padova: I Vizi e le Virtù secondo Giotto nella Cappella degli Scrovegni

Carità-e-Invidia
Curiosità storiche

La Cappella degli Scrovegni a Padova racchiude uno dei capolavori più significativi di tutti i tempi: il grande ciclo di affreschi di ...

Vedi

Venezia: Stalin, il campanaro di San Lazzaro degli Armeni

armeni
Presenze illustri

Tante sono le grandi personalità artistiche, letterarie e politiche che hanno calpestato il suolo veneziano nel corso dei secoli… Tr...

Vedi

I post più letti

Venezia: I dipinti di Tiziano nella Sacrestia della Basilica della Salute

tiziano-salute-venezia
Presenze illustri

La chiesa della Salute è uno dei luoghi religiosi più importanti di Venezia… è stata eretta per ricordate la fine della terribile ...

Vedi

Padova: L’antico cimitero ebraico di Padova in via Weil

cimitero-ebraico-padova
Curiosità storiche

Padova vanta una delle università più antiche del mondo, fondata nel 1222 e aperta a tutti. Tra il Duecento e il Trecento, i cittadin...

Vedi

Vicenza: La leggenda dei Nani di Villa Valmarana a Vicenza

Villa_Valmarana_ai_Nani
Misteri & Leggende

Villa Valmarana ai Nani di Vicenza è una delle ville più conosciute e visitate del Veneto soprattutto grazie agli affreschi di Gianba...

Vedi

Vicenza: Il criptoportico di Piazza Duomo a Vicenza

criptoportico_vicenza
Opere e luoghi poco noti

Vicenza è famosa in tutto il mondo per i suoi monumenti cinquecenteschi, patrimonio dell’Unesco opera del grande architetto Andrea P...

Vedi