Aneddoti & Curiosità

Il Museo della scarpa nella Villa Foscarini Negrelli Rossi sulla riva del Brenta

Opere e luoghi poco noti
museo-scarpa

Il Museo della scarpa nella Villa Foscarini Negrelli Rossi sulla riva del Brenta

Le ville dei nobili veneziani sulla riviera del Brenta, in provincia di Venezia, sono indubbiamente dei luoghi unici, ideali per chi voglia capire come vivessero le famiglie aristocratiche della Serenissima Repubblica fino alla conquista napoleonica del 1797.

Le ville sono infatti gioielli architettonici unici nel loro genere e al loro interno di solito conservano fantastici cicli di affreschi realizzati dai migliori artisti dell'epoca.

Ma le ville del Brenta possono anche riservare qualche sorpresa… All'interno di villa Foscarini Negrelli Rossi, vicina alla più famosa Villa Pisani, in località Strà, si può infatti visitare un interessante ed originale museo: il Museo della Calzatura.

La villa appartiene adesso alla famiglia Rossi, proprietari di un importante calzaturificio. Nel 1995, in occasione dell'anniversario dei cinquant'anni della loro azienda, la Rossimoda S.p.a., ha creato il museo della calzatura.

Il percorso, strutturato sui diversi piani dell'edificio secentesco, guida il visitatore attraverso diverse sale del palazzo allestite in modo tale da mostrare un excursus della storia della scarpa, partendo da modelli settecenteschi fino ai pezzi esclusivi creati per le più grandi case di moda!

Se desiderate visitare le splendide ville sul Brenta vi consigliamo il nostro esclusivo Tour privato delle Ville del Brenta da Venezia: accompagnati da un'esperta guida turistica visiterete alcune delle più belle dimore storiche con comodo trasferimento privato da Venezia. Su richiesta, potrete inserire nell'itinerario di visita anche Villa Foscarini Negrelli Rossi e il suo originale museo della calzatura!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi