Aneddoti & Curiosità

Il Tablino di Andrea Palladio nelle gallerie dell’Accademia a Venezia

Presenze illustri
tablino-palladio

Il Tablino di Andrea Palladio nelle gallerie dell’Accademia a Venezia

Le gallerie dell’Accademia a Venezia non sono solo un luogo in cui si conservano opere d’arte, sono loro stesse un’opera d’arte. Si tratta infatti di un complesso che, un tempo, ospitava un convento di Canonici regolari di santa Maria della Carità e una Scuola Grande che ha subito diversi interventi nel corso dei secoli.

Uno dei luoghi più affascinanti è sicuramente il Tablino, l’antica sacrestia della chiesa della Carità. Andrea Palladio, probabilmente uno dei più grandi architetti di tutti i tempi, lavorò nel complesso della Carità negli anni ’60 del XVI secolo tentando di conciliare le esigenze religiose dei canonici regolari con i suoi ideali di architettura classica; nacque così il Tablino, un luogo tipico della Domus romana, dove il padrone di casa aveva il suo studio e riceveva gli ospiti di riguardo.

Nel complesso monastico il Tablino diventa la Sacrestia, dove il prete si prepara prima delle funzioni liturgiche.

Dal 1806 questo luogo ha smesso di essere uno spazio liturgico e adesso è diventato uno spazio museale.

Possiamo vedere qui l’imponente cattedra di Leopoldo Cicognara, preside dell’Accademia di Venezia dal 1808 al 1825, disegnata dal grande decoratore neoclassico Giuseppe Borsato, circondata da calchi in gesso di opere di uno dei più grandi scultori di tutti i tempi: Antonio Canova, grande amico dello stesso Cicognara.

Se desiderate visitare le Gallerie dell’Accademia di Venezia, vi consigliamo il nostro tour guidato che include anche una passeggiata nell’affascinante sestiere di Dorsoduro!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Vicenza: I castelli di Romeo e Giulietta a Montecchio Maggiore

castelli-giulietta-romeo
Presenze illustri

In provincia di Verona, nella piccola cittadina di Montecchio Maggiore, vi sono due castelli che si guardano da due alture vicine… Se...

Vedi

Venezia: Il modello di Barbacano nel sestiere di San Polo

barbacane
Curiosità storiche

Ogni tanto, passeggiando per le calli di Venezia, ci si imbatte in strutture lignee che sporgono dai palazzi: si tratta dei Barbacani. ...

Vedi

Verona: Il Giardino Giusti e il cipresso di Goethe

giardino-giusti
Opere e luoghi poco noti

Non è un caso se l’Italia viene definita come ‘il paese dei giardini’… Ogni città, borgo o paesino ha un giardino, magari con...

Vedi

Venezia: La Nuda di Giorgione a Palazzo Grimani

nuda-giorgione
Opere e luoghi poco noti

Nel fantastico Palazzo Grimani, gioiello del Rinascimento localizzato nel sestiere di Castello a Venezia, è conservato un frammento de...

Vedi

I post più letti

Treviso: Il cimitero ebraico di Conegliano

cimitero-conegliano
Opere e luoghi poco noti

Non tutti sanno che la città di Conegliano ha ospitato una delle più importanti comunità ebraiche del Veneto, sia dal punto di vista...

Vedi

Belluno: La casa natale di Tiziano Vecellio a Pieve di Cadore

casa-tiziano-pieve
Presenze illustri

Nel cuore delle Dolomiti, patrimonio dell’Unesco, si trova un piccolo, pittoresco paesino, Pieve di Cadore. Si tratta di un luogo spe...

Vedi

Vicenza: Il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa

Ponte-degli-Alpini-Bassano
Curiosità storiche

Se i ponti sono la vostra passione non potete assolutamente perdere il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa, in Provincia di Vicenza...

Vedi

Venezia: L’altorilievo di Ercole sulla facciata della casa del Tintoretto

casa-tintoretto-venezia
Misteri & Leggende

Nel sestiere di Cannaregio a Venezia sorge la casa del famoso pittore Jacopo Robusti detto ‘il Tintoretto’ (1519- 1594). Sulla facc...

Vedi