Aneddoti & Curiosità

Il Tablino di Andrea Palladio nelle gallerie dell’Accademia a Venezia

Presenze illustri
tablino-palladio

Il Tablino di Andrea Palladio nelle gallerie dell’Accademia a Venezia

Le gallerie dell’Accademia a Venezia non sono solo un luogo in cui si conservano opere d’arte, sono loro stesse un’opera d’arte. Si tratta infatti di un complesso che, un tempo, ospitava un convento di Canonici regolari di santa Maria della Carità e una Scuola Grande che ha subito diversi interventi nel corso dei secoli.

Uno dei luoghi più affascinanti è sicuramente il Tablino, l’antica sacrestia della chiesa della Carità. Andrea Palladio, probabilmente uno dei più grandi architetti di tutti i tempi, lavorò nel complesso della Carità negli anni ’60 del XVI secolo tentando di conciliare le esigenze religiose dei canonici regolari con i suoi ideali di architettura classica; nacque così il Tablino, un luogo tipico della Domus romana, dove il padrone di casa aveva il suo studio e riceveva gli ospiti di riguardo.

Nel complesso monastico il Tablino diventa la Sacrestia, dove il prete si prepara prima delle funzioni liturgiche.

Dal 1806 questo luogo ha smesso di essere uno spazio liturgico e adesso è diventato uno spazio museale.

Possiamo vedere qui l’imponente cattedra di Leopoldo Cicognara, preside dell’Accademia di Venezia dal 1808 al 1825, disegnata dal grande decoratore neoclassico Giuseppe Borsato, circondata da calchi in gesso di opere di uno dei più grandi scultori di tutti i tempi: Antonio Canova, grande amico dello stesso Cicognara.

Se desiderate visitare le Gallerie dell’Accademia di Venezia, vi consigliamo il nostro tour guidato che include anche una passeggiata nell’affascinante sestiere di Dorsoduro! In alternativa, potrete acquistare sul nostro portale anche il biglietto d'ingresso e visitare il museo in autonomia.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Il ponte dei pugni nel Sestiere di Dorsoduro

ponte-dei-pugni
Curiosità storiche

Il ponte dei pugni, situato nel Sestiere di Dorsoduro, deve il suo nome ad un’antica tradizione di Venezia: la Guerra dei pugni. Gli ...

Vedi

Venezia: La pietra rossa del ‘Sotoportego de la peste’

sotoportego-de-la-peste
Misteri & Leggende

Camminando per Venezia tra calli, campi e campielli vi potreste imbattere in strane lastre sul selciato… che non vanno assolutamente ...

Vedi

Treviso: La fabbrica di coriandoli del signor Carnevale a Paese

fabbrica-cordiandoli-carnevale
Tradizioni popolari

Tutti noi conosciamo i coriandoli, quei pezzettini di carta colorata che vengono lanciati in aria in occasione del carnevale… Vi siet...

Vedi

Venezia: Canaletto, il grande vedutista veneziano

canaletto-san-marco
Presenze illustri

Giovanni Antonio Canal, meglio conosciuto come il Canaletto, è stato uno dei più grandi vedutisti del Settecento. Oltre a unire archi...

Vedi

I post più letti

Padova: Il giardino delle biodiversità nell’Orto Botanico di Padova

giardino-biodiversità
Opere e luoghi poco noti

Fondato nel 1545 , l’orto Botanico di Padova è il più antico orto botanico al mondo ancora situato nella sua collocazione originari...

Vedi

Vicenza: La Torre Bissara nella Piazza dei Signori

torre-bissara-vicenza
Curiosità storiche

Uno dei luoghi più suggestivi di Vicenza è sicuramente Piazza dei Signori, dove si affaccia la celeberrima Basilica Palladiana, opera...

Vedi

Venezia: Il rilievo dell’uomo con la pipa a Palazzo Loredan sul Canal Grande

palazzo-loredan
Misteri & Leggende

Uno dei palazzi più antichi sulle rive del Canal Grande è Palazzo Loredan, eretto nel XIII secolo e attualmente sede del Municipio ci...

Vedi

Verona: Il monumento equestre a Cangrande della Scala a Verona

cangrande
Presenze illustri

Uno dei personaggi più famosi della storia di Verona è sicuramente Cangrande della Scala, signore di Verona dal 1308 fino al 1329, an...

Vedi