Aneddoti & Curiosità

Il teatrino delle Marionette nel museo di Carlo Goldoni

Opere e luoghi poco noti
marionette-casa-goldoni-venezia

Il teatrino delle Marionette nel museo di Carlo Goldoni

Nel sestiere di San Polo, all’interno del bellissimo Palazzo Centani, dal 1953 è ospitato il museo dedicato al celebre commediografo veneziano Carlo Goldoni (1707- 1793) e al teatro.

Attraverso cimeli, arredi, dipinti, illustrazioni di commedie goldoniane e pannelli esplicativi, il museo racconta la vita e l'opera di Carlo Goldoni, il contesto del teatro e della società veneziana nel XVIII secolo.

La sala più interessante è sicuramente quella in cui è stato allestito un teatrino di marionette.

Questo incredibile manufatto proviene dalla collezione della famiglia Grimani ai Servi e documenta l’eccellenza dell’artigianato veneziano nel rendere una raffinata imitazione della vita reale, come si può osservare dalla ricchezza degli abiti dei vari personaggi, realizzati con tessuti preziosi e tagli alla moda. Queste marionette consentono di conoscere ed ammirare non solo la particolare raffinatezza dei manufatti, ma anche la straordinaria ‘ingegneria’ dei loro meccanismi.

Nel Settecento veneziano il teatro di marionette aveva rappresentato una gustosa palestra per esercizi letterari e musicali ed un ingegnoso surrogato domestico alle stagioni dei teatri pubblici. Esso inoltre costituiva una sorta di ‘teatro da camera’, contrapposto e alternativo al ‘teatro da piazza’, in cui venivano rappresentati gli spettacoli di burattini (un tipo di teatro, quest’ultimo, più popolare e rozzo).

La scena rappresentata nel teatrino di marionette è ispirata all’Atto terzo – Scena XIII e XIV - de ‘Il servitore di due padroni’, commedia composta da Carlo Goldoni nel 1745 che riscosse un grande successo.

Per visitare la Casa Museo di Carlo Goldoni potete acquistare online il biglietto d’ingresso singolo o il comodo Museum Pass, che include l’accesso anche agli altri Musei Civici Veneziani!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi