Aneddoti & Curiosità

Il teatro Anatomico dell’Università di Padova

Opere e luoghi poco noti
teatro-anatomico-padova

Il teatro Anatomico dell’Università di Padova

L’università di Padova, fondata nel 1222, è uno dei simboli più importanti della cultura in Italia… Al suo interno, i luoghi da scoprire sono tantissimi!

Tra i più suggestivi c’è sicuramente il Teatro Anatomico che si trova nell’antico Palazzo del Bo.

Voluto dall’anatomista e chirurgo Girolamo Fabrici d’Acquapendente nel 1594 e completato nel 1595, rappresenta il primo esempio al mondo di struttura permanente creata per l’insegnamento dell’anatomia attraverso la dissezione di cadaveri. Realizzato secondo i canoni stilistici del Rinascimento, il teatro non ha subito alcuna modifica nel tempo… Ciò significa che ancora oggi è possibile ammirare la struttura originaria del XVI secolo!

Contrariamente a quanto si crede, la pratica della dissezione dei cadaveri non era vietata dalle autorità ecclesiastiche, tant’è che, all’ingresso del teatro anatomico, è ancora visibile l’iscrizione in latino ‘Hic est locus ubi mors gaudet succurrere vitam’, ossia ‘è questo il luogo dove la morte è lieta di soccorrere la vita’.

I corpi per le autopsie venivano consegnati all’Università dalle autorità giudiziarie: si trattava spesso, ma non esclusivamente, di persone giustiziate. Affinché le lezioni potessero svolgersi regolarmente, venivano nominati i cosiddetti ‘massari’ che avevano il compito di procurare i cadaveri necessari. Quando le esecuzioni capitali divennero rare, il Teatro Anatomico cessò di funzionare.

E’ possibile visitare il teatro anatomico, partecipando ad un tour guidato del Palazzo del Bo, sede storica dell’università di Padova, o prenotando il nostro tour privato di Padova con accesso al Teatro Anatomico!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: La nascita del vetro tra storia e leggenda

vetro
Curiosità storiche

Ogni giorno siamo abituati ad aver a che fare con il vetro: beviamo da un bicchiere di vetro, ci proteggiamo in casa e in macchina graz...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Venezia: Cosa vedere a Burano?

burano
Opere e luoghi poco noti

L’isola di Burano è un vero e proprio spettacolo per gli occhi e una grande emozione per il cuore: ogni anno migliaia di turisti si ...

Vedi

I post più letti

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Verona: La storia delle mura romane di Verona

porta-borsari
Curiosità storiche

Verona è sempre stata considerata una città di notevole importanza dal punto di vista militare: trovandosi allo sbocco della Valle de...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi