Aneddoti & Curiosità

Il tempio Canoviano a Possagno

Presenze illustri
Tempio-Canova-Possagno

Il tempio Canoviano a Possagno

Possagno è un piccolo comune in provincia di Treviso famoso in tutto il mondo per aver dato i natali a uno dei più grandi scultori di tutti i tempi, Antonio Canova.

Nonostante la sua fama internazionale e il fatto che si fosse trasferito a Roma, Canova rimase sempre molto legato al suo paesino d’origine.

All’inizio dell’Ottocento, la vecchia parrocchiale di Possagno necessitava di urgenti restauri… Canova era stato più volte invitato dalla comunità a finanziare le spese dei lavori e così, già prima del 1812, aveva presentato un progetto per ricostruire la chiesa.

I capifamiglia, tuttavia, furono riluttanti a sostenere gli ingenti costi del nuovo edificio per cui, nel 1818, Canova decise di ricostruire la chiesa di Possagno completamente a sue spese. La sua idea era quella di realizzare un grandioso edificio circolare dotato di pronao, richiamo al Pantheon di Roma, ma con colonne doriche, come il Partenone di Atene.

L’11 luglio di quell’anno i possagnesi in festa accolsero il compaesano per la posa della prima pietra.

Il Canova non riuscì mai a vedere la sua opera conclusa poiché morì il 13 ottobre 1822. In base al suo testamento, i lavori furono affidati al fratellastro Giovanni Battista Sartori e, negli anni successivi, il progetto originario subì qualche modifica, anche per far posto al gruppo della Pietà e alla tomba dell’artista.

Finalmente, nel 1830, il tempio venne concluso e il 7 maggio 1832 venne solennemente consacrato dallo stesso Sartori, nel frattempo divenuto vescovo. L’intitolazione alla Trinità non è casuale, ma fa riferimento alla pala dell’altare maggiore dipinta dallo stesso Canova per la vecchia parrocchiale.

La splendida cittadina di Possagno è una delle tappe del nostro tour privato nella marca trevigiana da Venezia… Prenota online la tua escursione e visita la città del grande Antonio Canova con comodi trasferimenti privati da/per Venezia!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Le curiose leggende sulla nascita del radicchio trevigiano

radicchio_CC.Mon CEil
Lo sapevate che...

Lo sapevate che, secondo un antico detto popolare, il radicchio rosso sembra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno, per dare ...

Vedi

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi