Aneddoti & Curiosità

Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

Presenze illustri
ca-marcello

Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile famiglia veneta dalla storia millenaria.

La famiglia Marcello ha origini antichissime: la leggenda narra che il capostipite sia Marco Claudio Marcello, comandante dell’Impero Romano, vincitore di Annibale e figlio adottivo dell’imperatore Ottaviano Augusto.

Al di là della leggenda, è documentato che il 20 dicembre 982, quindi più di mille anni fa, Pietro e Domenico Marcello furono tra i firmatari dell’atto di donazione dell’isola di San Giorgio all’ordine Benedettino, l’avvenimento che, di fatto, sancisce la fondazione della città di Venezia.

Da quel momento, la famiglia Marcello continua ad acquisire sempre più spessore nella vita sociale, culturale e politica di Venezia tanto da essere inclusa nella famosa ‘Serrata del Maggior Consiglio’ del 1297, diventando una delle casate aristocratiche che potevano aspirare alle più alte cariche politiche ed istituzionali della Serenissima.

Tra i membri di questa millenaria stirpe troviamo anche ben due Dogi, numerosi umanisti e famosi ammiragli, chiamati ‘Capitani da Mar’. Jacopo Marcello fu uno dei più benvoluti e carismatici capitani della Serenissima: grazie all'ascendente che aveva sulle truppe, guidò la flotta veneziana in molte vittoriose imprese. La sua levatura era tale che quando morì, colpito da una bombarda nel 1484, durante la presa di Gallipolli, fu deciso che non dovesse morire per non scoraggiare l’esercito! Il suo corpo esanime fu tenuto in piedi con delle picche sul ponte di comando, alla testa dell’armata, per far in modo che le truppe non si rendessero conto di nulla e continuassero a combattere fino alla vittoria, che giunse dopo 3 lunghi assalti e molte ore di assedio.

Oggi potrete sentire questa ed altre storie legate a Venezia, alla villa e al territorio circostante proprio dalle parole del Conte Jacopo Marcello, discendente del suo omonimo antenato. Partecipando al nostro Chic-nic a Ca’ Marcello, il Conte Vettor e il Conte Jacopo vi accoglieranno come loro ospiti personali, aprendovi le porte della villa e delle millenarie vicende della loro famiglia.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi