Aneddoti & Curiosità

La ' Battaglia Navale' del Tintoretto a Palazzo Ducale

Curiosità storiche
Battaglia_Garda

La ' Battaglia Navale' del Tintoretto a Palazzo Ducale

Il soffitto di Palazzo Ducale, oltre ad essere il soffitto sospeso in legno più grande del mondo, è un vero e proprio contenitore di capolavori di pittura che celebrano la grandezza della Serenissima Repubblica.

Tra le 35 tele che lo decorano, ce n’è una di Jacopo Tintoretto che ricorda un evento a dir poco incredibile: tra il dicembre 1438 e l’aprile 1439, durante una guerra con il vicino Ducato di Milano, gli ingegneri militari della Repubblica di Venezia fecero trasportare navi, galee e fregate dal mar Adriatico al lago di Garda, risalendo il fiume Adige fino a Rovereto e trasportando le navi via terra a Torbole, sulle rive settentrionali del lago, per un percorso di circa 20 km tra le montagne.

Per la complessa operazione, che durò tre mesi e costò alla Repubblica di Venezia la favolosa cifra di 15.000 ducati, vennero assoldati centinaia di operai. Fu una delle più importanti opere di ingegneria militare mai realizzate sino ad allora e, come tale, divenne famosa in tutta Europa.

Il trasporto della flotta, tuttavia, non riuscì a restare nascosto ai milanesi pertanto il fattore sorpresa, sul quale contava Piero Zen, capitano della flotta veneziana, venne meno... Lo scontro avvenne al largo di Desenzano e la vittoria fu dei milanesi, più forti di numero, che riuscirono anche a catturare parte della flotta veneziana. E

Il quadro di Tintoretto rappresenta, appunto, il duro scontro con l’esercito dei Milanesi.

Visitare Palazzo Ducale è assolutamente una delle cose da non perdere per chi si trova a Venezia… Sul nostro portale potrete acquistare il biglietto d’accesso a Palazzo Ducale o un comodo tour guidato con accesso skip-the-line!

Se invece desiderate ammirare altri capolavori del Tintoretto, nella nostra speciale sezione Tintoretto 500 potrete trovare informazioni e proposte per scoprire le sue opere a Venezia!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi