Aneddoti & Curiosità

La Chiesa di San Zan Degolà a Venezia

Opere e luoghi poco noti
Chiesa_San_Zan_Degola

La Chiesa di San Zan Degolà a Venezia

In un tranquillo angolo di Venezia, lontano dai massicci flussi turistici, si trova l'antichissima chiesa di San Zan Degolà (cioè San Giovanni Decollato, in dialetto veneziano).

L'edificio è uno dei rari esempi di architettura veneto-bizantina che si è conservato abbastanza integro nella sua concezione originaria fino ai giorni nostri. Solo la facciata e il tozzo campanile presentano forme differenti, essendo stati ricostruiti nel Settecento (la torre originaria si trovava grossomodo al centro del campo). L'interno è molto semplice, con copertura a carena di nave rovesciata. Le tre navate sono divise da due file di quattro preziose colonne in marmo greco con capitelli bizantini (XI secolo). Di grandissimo pregio sono inoltre i resti di affreschi - scoperti di recente, raffiguranti le teste di quattro santi (Giovanni, Pietro, Tommaso e Marco) e sant'Elena imperatrice che porta la Croce su uno sfondo di architetture (XI secolo) - ritenuti i più antichi di Venezia…

Per visitarla, bisogna ‘partecipare' ad una messa della comunità russa ortodossa, a cui è stata affidata (basta andare la domenica mattina ed essere discreti!!!)

Alla Chiesa è legata anche una storia lugubre: si racconta che, al suo interno, il 21 novembre 1500 il prete che officiava a San Zan Degolà, prete Francesco, sterminò un'intera famiglia. L'uomo venne condannato a morte il 19 dicembre successivo: prima gli fu tagliata la mano destra davanti alla casa della famiglia uccisa e poi fu giustiziato in Piazza San Marco. I motivi del terribile gesto non furono mai scoperti…

Per conoscere altri inediti luoghi di Venezia, misteri ed affascinanti aneddoti legati alla storia della città, è possibile concordare con Francesca – la brillante guida turistica che cura questa rubrica – un itinerario di visita personalizzato in linea con i vostri interessi e le vostre esigenze!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: 'Duri i banchi!': il significato di un famoso detto veneziano

duri-i-banchi
Modi di dire

I veneziani sono un popolo di lavoratori, orgoglioso e intimamente legato alla propria città, e per questi motivi, non si è mai arres...

Vedi

Venezia: Il Coronavirus non è (per fortuna) la nuova peste di Venezia

peste
Curiosità storiche

Quasi un mese fa il Coronavirus o COVID-19 è purtroppo entrato prepotentemente nella nostra vita, partendo proprio dalla nostra region...

Vedi

Venezia: Storia della Regina del Carnevale di Venezia, la frittella!

Frittelle_di_carnevale
Tradizioni popolari

E’ Carnevale…e cosa c’è di più bello di addentare una morbida e gustosa frittella veneziana? La frittella, in dialetto ‘frito...

Vedi

Venezia: La leggenda di Melusina e il cuore di pietra del Sotoportego dei Preti

Melusina
Misteri & Leggende

Febbraio: la festa degli innamorati è sempre più vicina e stai pensando di passare dei magici momenti insieme alla tua dolce metà pr...

Vedi

I post più letti

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Verona: La storia delle mura romane di Verona

porta-borsari
Curiosità storiche

Verona è sempre stata considerata una città di notevole importanza dal punto di vista militare: trovandosi allo sbocco della Valle de...

Vedi