Aneddoti & Curiosità

La Chiesa di San Zan Degolà a Venezia

Opere e luoghi poco noti
Chiesa_San_Zan_Degola

La Chiesa di San Zan Degolà a Venezia

In un tranquillo angolo di Venezia, lontano dai massicci flussi turistici, si trova l'antichissima chiesa di San Zan Degolà (cioè San Giovanni Decollato, in dialetto veneziano).

L'edificio è uno dei rari esempi di architettura veneto-bizantina che si è conservato abbastanza integro nella sua concezione originaria fino ai giorni nostri. Solo la facciata e il tozzo campanile presentano forme differenti, essendo stati ricostruiti nel Settecento (la torre originaria si trovava grossomodo al centro del campo). L'interno è molto semplice, con copertura a carena di nave rovesciata. Le tre navate sono divise da due file di quattro preziose colonne in marmo greco con capitelli bizantini (XI secolo). Di grandissimo pregio sono inoltre i resti di affreschi - scoperti di recente, raffiguranti le teste di quattro santi (Giovanni, Pietro, Tommaso e Marco) e sant'Elena imperatrice che porta la Croce su uno sfondo di architetture (XI secolo) - ritenuti i più antichi di Venezia…

Per visitarla, bisogna ‘partecipare' ad una messa della comunità russa ortodossa, a cui è stata affidata (basta andare la domenica mattina ed essere discreti!!!)

Alla Chiesa è legata anche una storia lugubre: si racconta che, al suo interno, il 21 novembre 1500 il prete che officiava a San Zan Degolà, prete Francesco, sterminò un'intera famiglia. L'uomo venne condannato a morte il 19 dicembre successivo: prima gli fu tagliata la mano destra davanti alla casa della famiglia uccisa e poi fu giustiziato in Piazza San Marco. I motivi del terribile gesto non furono mai scoperti…

Per conoscere altri inediti luoghi di Venezia, misteri ed affascinanti aneddoti legati alla storia della città, è possibile concordare con Francesca – la brillante guida turistica che cura questa rubrica – un itinerario di visita personalizzato in linea con i vostri interessi e le vostre esigenze!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Prospero Alpini e la scoperta del caffè in Europa

prospero_alpini
Presenze illustri

Tutti conoscono il caffè, quella bevanda energizzante e conviviale consumata ogni giorno da milioni di persone! Noi italiani ne siamo ...

Vedi

Venezia: Il ponte dei pugni nel Sestiere di Dorsoduro

ponte-dei-pugni
Curiosità storiche

Il ponte dei pugni, situato nel Sestiere di Dorsoduro, deve il suo nome ad un’antica tradizione di Venezia: la Guerra dei pugni. Gli ...

Vedi

Venezia: La pietra rossa del ‘Sotoportego de la peste’

sotoportego-de-la-peste
Misteri & Leggende

Camminando per Venezia tra calli, campi e campielli vi potreste imbattere in strane lastre sul selciato… che non vanno assolutamente ...

Vedi

Treviso: La fabbrica di coriandoli del signor Carnevale a Paese

fabbrica-cordiandoli-carnevale
Tradizioni popolari

Tutti noi conosciamo i coriandoli, quei pezzettini di carta colorata che vengono lanciati in aria in occasione del carnevale… Vi siet...

Vedi

I post più letti

Padova: Il giardino delle biodiversità nell’Orto Botanico di Padova

giardino-biodiversità
Opere e luoghi poco noti

Fondato nel 1545 , l’orto Botanico di Padova è il più antico orto botanico al mondo ancora situato nella sua collocazione originari...

Vedi

Vicenza: La Torre Bissara nella Piazza dei Signori

torre-bissara-vicenza
Curiosità storiche

Uno dei luoghi più suggestivi di Vicenza è sicuramente Piazza dei Signori, dove si affaccia la celeberrima Basilica Palladiana, opera...

Vedi

Venezia: Il rilievo dell’uomo con la pipa a Palazzo Loredan sul Canal Grande

palazzo-loredan
Misteri & Leggende

Uno dei palazzi più antichi sulle rive del Canal Grande è Palazzo Loredan, eretto nel XIII secolo e attualmente sede del Municipio ci...

Vedi

Verona: Il monumento equestre a Cangrande della Scala a Verona

cangrande
Presenze illustri

Uno dei personaggi più famosi della storia di Verona è sicuramente Cangrande della Scala, signore di Verona dal 1308 fino al 1329, an...

Vedi