Aneddoti & Curiosità

La chiesa di Santa Caterina di Mazzorbo

Opere e luoghi poco noti
santa-caterina-mazzorbo

La chiesa di Santa Caterina di Mazzorbo

Tanti turisti visitano Burano, la famosa isola dei merletti nella laguna di Venezia, ma pochi e di solito per sbaglio, vanno nella vicina Mazzorbo.

Si tratta di una piccolissima isola, in cui ci sono ormai meno di trecento abitanti per lo più anziani o persone dedite all’agricoltura… Chi si avventura in questa isoletta, però, non rimane mai deluso, dal momento che vi si trova una chiesa medievale di incredibile interesse: Santa Caterina.

Si tratta dell’unica rimasta di ben dieci chiese che, nel corso dei secoli, sono sorte in quest’isola; la chiesa di Santa Caterina era annessa al vicino monastero benedettino, distrutto a causa delle soppressioni napoleoniche. Secondo le cronache fu costruita nel 783, ma di questo primo edificio non rimane più traccia.

L’edificio attuale risale alla fine del XIII secolo, anche se il suo aspetto originario è mutato nei secoli seguenti.

Sul portale spicca un rilievo gotico raffigurante le mistiche nozze di Santa Caterina con, ai lati, una badessa e un procuratore inginocchiati; l’atrio presenta ancora l’antica pavimentazione gotica a spina di pesce e, alle pareti, sono appesi diversi frammenti lapidei, probabilmente provenienti dal monastero distrutto nell’800.

L’interno ha mantenuto l’aspetto quattrocentesco, con il caratteristico barco sospeso, dal quale le monache assistevano alla messa.

Per raggiungere Burano e la vicina Mazzorbo da Venezia potete utilizzare i trasporti pubblici veneziani: con il vaporetto sono circa 30/40 minuti di navigazione!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi