Aneddoti & Curiosità

La chiesa parrocchiale di San Silvestro a Selva del Montello

Opere e luoghi poco noti
san-silvestro-montello

La chiesa parrocchiale di San Silvestro a Selva del Montello

Nella piccola frazione di Selva del Montello, in provincia di Treviso, vi è una chiesa parrocchiale che offre ai suoi visitatori opere d’arte di un valore superiore a quello che ci si potrebbe aspettare da un piccolo paesino…

La chiesa ha origini antichissime (VIII-IX secolo), ma l’aspetto attuale si deve al parroco don Giovanni Saccardo, che resse la parrocchia nella prima metà dell’Ottocento.

Durante le soppressioni napoleoniche il parroco riuscì a radunare presso la sua chiesa gli arredi provenienti da altri edifici di culto sconsacrati in vari luoghi della regione: bronzi, argenti, dipinti, vasellame, ma anche altari, acquasantiere, pavimentazioni. Ne risultò una chiesa ricca e fastosa, assolutamente inconsueta per un piccolo paese di campagna.

Per esempio, lungo le pareti, troviamo una Crocifissione del Tintoretto (dalla chiesa dei Santi Cosma e Damiano della Giudecca) e una Madonna col Bambino di Paolo Veneziano (dalla chiesa di Santa Chiara di Murano); l’altare maggiore proviene dalla chiesa di San Secondo in Isola nella laguna di Venezia, mentre il retrostante dossale si trovava nella certosa del Montello; la pala d’altare (San Silvestro battezza l’imperatore Costantino) fu commissionata dalla fabbriceria di Selva a Vincenzo Guarana mentre l’altare è sovrastato da sei grandi teleri con le Storie di Mosè di Gianantonio Guardi. Anche gli altari laterali sono di provenienza veneziana.

Selva del Montello si trova a breve distanza da Treviso… Inserite questo piccolo paesino nel vostro itinerario nella marca e scoprite i tesori della chiesa di San Silvestro!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: The Twin Bottles: l’arte dice NO alla plastica in mare

the_twin_bottles
Lo sapevate che...

Lo sapevate che nel Canal Grande di Venezia, nei pressi di Palazzo Ca' Vendramin Calergi ci sono due immense bottiglie accartocciate ch...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Il Vetro a Venezia: un’Arte ineguagliabile

vetro2
Curiosità storiche

Eccoci tornati all’incredibile storia del vetro. L’ultima volta ci eravamo lasciati con un importante quesito: come arrivò il vetr...

Vedi

Campagna Lupia: Il Casone di Valle Zappa: l’Olanda in laguna

casone_valle_zappa
Opere e luoghi poco noti

Se vi capita di passare per Campagna Lupia, fate una piccola deviazione perché qui si nasconde un piccolo gioiello, un pezzetto di Ola...

Vedi

I post più letti

Venezia: Quanto costa un giro in gondola?

gondola
Lo sapevate che...

Avete deciso di visitare Venezia e avete inserito nella lista di cose da fare un bel giro in gondola? Come darvi torto! A Venezia c’...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi