Aneddoti & Curiosità

La città ideale di Alvisopoli a Fossalta di Portogruaro

Opere e luoghi poco noti
alvisopoli

La città ideale di Alvisopoli a Fossalta di Portogruaro

La provincia di Venezia è piena di gioielli nascosti che meritano davvero di essere scoperti! Uno di questi è sicuramente Alvisopoli, piccola frazione del comune di Fossalta di Portogruaro.

La storia di Alvisopoli è molto recente e legata ai patrizi veneziani Mocenigo del ramo di San Samuele. La famiglia fece la sua comparsa nel Seicento quando acquistò un vasto fondo comprendente un modesto centro abitato chiamato il Molinat dove, successivamente, fecero costruire una villa.

Nel 1800 la proprietà passò al conte Alvise Mocenigo, che decise di realizzare all’interno del vasto latifondo una città ideale del tutto autosufficiente.

Tramite l’impiego di tecniche innovative, contemporaneamente alla tradizionale attività agricola, Alvise Mocenigo cercò di sviluppare l’industria tramite l’attività tessile, per consentire uno sviluppo autosufficiente della comunità.

A fianco delle risaie, delle campagne e dei pascoli, furono costruiti alcuni edifici ad uso residenziale (le casette di tipologia bassa per i contadini), agroindustriale (barchesse, risiera, fornace, mulino) e pubblico, tra cui due scuole e la celebra tipografia diretta da Nicolò Bettoni che fu creata proprio qui nel 1810 e poi trasferita a Venezia nel 1814.

Scorrendo la categoria Opere e Luoghi poco noti della nostra rubrica potrete trovare molti spunti e consigli per scoprire anche alcune chicche della nostra regione, sia all’interno delle città più famose che nelle zone limitrofe!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi