Aneddoti & Curiosità

La facciata 'astrologica' della chiesa di San Zulian a Venezia

Opere e luoghi poco noti
San-Zulian

La facciata 'astrologica' della chiesa di San Zulian a Venezia

Vicino a Piazza San Marco a Venezia, vi è una piccola chiesa dedicata a San Giuliano Ospitaliere (in dialetto veneziano Zulian), che presenta una facciata decisamente singolare: vi è una scultura al centro e varie iscrizioni in alfabeti diversi.

La facciata fu commissionata nel 1553 dal medico Tommaso Rangone, un personaggio decisamente singolare che si era arricchito vendendo un rimedio naturale contro la sifilide ricavato da una pianta originaria del Sudamerica e che aveva scritto un famoso trattato dal titolo ‘Come l'huomo può vivere più de 120 anni', in cui consigliava di evitare al minimo il consumo dei medicinali e di praticare una vita sana, mangiando poco e studiando molto.

Sulla facciata vediamo il dotto medico seduto su un'arca funeraria, con indosso la sua toga professionale (simbolo del suo immenso sapere); la sua figura si inscrive in uno spazio semicircolare, simbolo del cielo sopra la terra e ha alla destra un globo celeste con un'inclinazione di 44° 30' (la latitudine di Venezia) e mostra l'oroscopo del giorno della sua nascita (18 agosto 1493) con al centro il segno del leone. Il globo è sorretto da un cubo che rappresenta la stabilità contrapposta al movimento, a sinistra c'è invece un tavolo con alcuni libri ed un globo terrestre in cui si vede l'Oceano Atlantico, che separa l'Europa dal Sudamerica (da dove proveniva la pianta per curare la sifilide).

Tommaso Rangone regge nella mano destra la pianta miracolosa e nella sinistra un libro con l'iscrizione DEUS HIQ che intenderebbe che Dio è in ogni lato (nel cielo e nella terra).

Sulla facciata compaiono inoltre tre iscrizioni: quella in latino fornisce dati biografici ed informazioni di natura giuridica, quello in greco illustra i meriti culturali di Rangone e quella in ebraico ricorda la possibilità di vivere fino a 120 anni.

La Chiesa di San Zulian potrebbe essere una delle mete da includere nel vostro itinerario alternativo di Venezia… Contattaci subito per richiedere la disponibilità delle nostre guide ed organizzare con loro la visita dei tuoi sogni!  

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

I post più letti

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi