Aneddoti & Curiosità

La leggenda dei Nani di Villa Valmarana a Vicenza

Misteri & Leggende
Villa_Valmarana_ai_Nani

La leggenda dei Nani di Villa Valmarana a Vicenza

Villa Valmarana ai Nani di Vicenza è una delle ville più conosciute e visitate del Veneto soprattutto grazie agli affreschi di Gianbattista e Giandomenico Tiepolo, che ne ornarono le magnifiche sale. Le loro opere sono considerate il massimo capolavoro della pittura veneta del ‘700.

Forse non tutti sanno che Villa Valmarana ai Nani nasconde anche una famosa leggenda, dalla quale deriva il suo nome… Si tratta della storia della principessa Layana, una fanciulla nana, figlia di uno dei nobili proprietari della villa. A causa della sua deformità, i genitori ordinarono che la giovane vivesse confinata tra le alte mura del complesso e che tutti i servitori e i custodi della villa fossero scelti esclusivamente tra i nani per non turbare la sensibilità della ragazza.

Nel popolo si alimentò il mito della principessa mai vista e rinchiusa nella villa, finché un giorno un principe decise di penetrare nel complesso e cercare la fanciulla. Quando riuscì ad entrare, Layana, alla sua vista, prese coscienza del suo stato e si disperò fino al punto di togliersi la vita gettandosi dalla torre. A quel punto i fedeli nani servitori rimasero pietrificati dal dolore.

Ancora oggi i 17 nani sorvegliano il sonno eterno di Layana poggiati sul muro di cinta della villa: Villa Valmarana prende il suo nome proprio da loro!

Dal punto di vista storico-artistico, si tratta di statue in stile grottesco che riproducono i classici personaggi protagonisti della Commedia dell’Arte, di cui Giandomenico Tiepolo - secondo alcuni studiosi - avrebbe realizzato i disegni preparatori.

Un tempo i nani erano disseminati all’interno del giardino della villa e si presume che il vero e proprio esecutore materiale di queste statute sia l’artista Francesco Uliaco.

Se volete sentir raccontare questa storia con ulteriori dettagli e curiosità direttamente dagli attuali proprietari della villa, vi aspettiamo con il nostro bike tour a Vicenza e Ville Palladiane!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: The Twin Bottles: l’arte dice NO alla plastica in mare

the_twin_bottles
Lo sapevate che...

Lo sapevate che nel Canal Grande di Venezia, nei pressi di Palazzo Ca' Vendramin Calergi ci sono due immense bottiglie accartocciate ch...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Il Vetro a Venezia: un’Arte ineguagliabile

vetro2
Curiosità storiche

Eccoci tornati all’incredibile storia del vetro. L’ultima volta ci eravamo lasciati con un importante quesito: come arrivò il vetr...

Vedi

Campagna Lupia: Il Casone di Valle Zappa: l’Olanda in laguna

casone_valle_zappa
Opere e luoghi poco noti

Se vi capita di passare per Campagna Lupia, fate una piccola deviazione perché qui si nasconde un piccolo gioiello, un pezzetto di Ola...

Vedi

I post più letti

Venezia: Quanto costa un giro in gondola?

gondola
Lo sapevate che...

Avete deciso di visitare Venezia e avete inserito nella lista di cose da fare un bel giro in gondola? Come darvi torto! A Venezia c’...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi