festa del Redentore a Venezia è sicuramente uno dei momenti più attesi nella vita della città. Il terzo sa...">
Aneddoti & Curiosità

La peste e la Quarantena a Venezia

Curiosità storiche
La_Peste

La peste e la Quarantena a Venezia

La festa del Redentore a Venezia è sicuramente uno dei momenti più attesi nella vita della città. Il terzo sabato di luglio veneziani, studenti e turisti aspettano i fuochi d'artificio nel bacino di San Marco,  appostati sulle rive o a bordo di colorate imbarcazione allestite ad hoc per la serata.

In realtà, la festa del Redentore ricorda un terribile avvenimento che colpì la città nell'estate del 1575: una terribile epidemia di peste che in due anni provocò 50.000 morti, quasi un veneziano su tre. In quest'occasione, come durante le precedenti epidemie, il governo cercò di arginare il contagio soprattutto con la quarantena.

La prima ebbe origine a Ragusa (Dubrovnik), ma a Venezia le autorità avevano già vietato alle navi sospettate di infezione di entrare nel porto. Le imbarcazioni dovevano quindi fermarsi alla Dogana (oggi sede della collezione Pinaut) oppure,  se considerate pericolose, venivano mandate all'isola del Lazzaretto, dove dovevano aspettare appunto 40 giorni.

Questo periodo di 40 giorni non ha valore dal punto di vista scientifico, ma trae origine dalla credenza diffusa nel mondo antico secondo cui il 40 rappresentava un periodo significativo, soprattutto di preparazione spirituale, purificazione o penitenza. Nella tradizione giudaico-cristiana troviamo vari esempi di tali periodi: il diluvio universale dura 40 giorni e 40 notti, per un periodo analogo Mosè ascolta la parola di Dio sul Sinai, Gesù trascorre 40 giorni nel deserto a digiunare (un evento ricordato nella Quaresima cristiana, periodo di preparazione alla Pasqua) e 40 giorni dopo la risurrezione ascende al cielo.

Vuoi ascoltare altri affascinanti aneddoti su Venezia? L'autrice della nostra rubrica ti racconterà molte altre curiosità, accompagnandoti personalmente in una visita guidata privata di Venezia… Contattaci per richiedere subito la sua disponibilità!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

Venezia: Perché si dice Rosso Tiziano?

rosso_tiziano
Modi di dire

Ricordate la sensuale ‘Venere di Urbino’ o l’elegante ‘Donna allo specchio’ di Tiziano Vecellio? Ecco, focalizzatevi sul...

Vedi

Cortina D'ampezzo: Un Museo tra le Nuvole a Cortina d’Ampezzo

Museo-delle-Nuvole-Monte-Rite-a-Cibiana
Misteri & Leggende

Se da Cortina d’Ampezzo arrivate in cima al Monte Rite a 2181 metri, vi stupirà trovare tra le nude rocce dolomitiche, un Museo che ...

Vedi

I post più letti

Venezia: Quanto costa un giro in gondola?

gondola
Lo sapevate che...

Avete deciso di visitare Venezia e avete inserito nella lista di cose da fare un bel giro in gondola? Come darvi torto! A Venezia c’...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi