Aneddoti & Curiosità

La Regata Storica e le donne a Venezia

Tradizioni popolari
Regata_Storica_Donne

La Regata Storica e le donne a Venezia

A Venezia le regate in Canal Grande sono testimoniate fin dal ‘300, e fin da allora erano previste gare di donne.

Se si va a visitare il Museo della Fondazione Querini Stampalia a Venezia vi è una sala in cui sono conservati più di quaranta quadretti, opera di Gabriel Bella (1790), in cui sono rappresentate diverse scene di vita veneziana, tra cui appunto una regata di donne.

La scena si svolge nei pressi della Basilica della Salute, di fronte a Piazza San Marco, e si vedono un corteo di gondole con il felze, l'antica copertura di queste imbarcazioni, e le peote colorate, usate dalle regatanti; in basso a sinistra si vede anche la barca della giuria, una bissona (barca a 8 remi scolpita e decorata). I palazzi sul Canal Grande sono addobbati a festa con tappeti, tende e drappi.

Tra le varie imbarcazioni ci sono anche due ballottine, chiamate così perché si usavano per la caccia alla fregna (uccello acquatico lagunare), colpendola con le fionde (ballotta in veneziano significa appunto palla).

Le ballottine fungevano da servizio d'ordine durante le regate: chi non obbediva all'ingiunzione di far largo alle concorrenti, veniva colpito con la ballotta.

Storia, tradizioni e cultura della Venezia del passato vi aspettano alla Casa Museo Querini Stampalia... Questa interessante istituzione, poco conosciuta ma dotato di grande fascino, vi permetterà di entrare nella quotidianità e nell'intimità della famiglia Querini, una delle più importanti casate della Serenissima. E' uno dei luoghi preferiti dai veneziani, non ancora invaso dal turismo di massa e per questo in grado di offrirvi un'esperienza di visita tranquilla ed estremamente affascinante.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi