Aneddoti & Curiosità

La Sacrestia della Basilica della Salute a Venezia

Opere e luoghi poco noti
Tintoretto_Nozze_Cana

La Sacrestia della Basilica della Salute a Venezia

Ogni anno il 21 novembre dal 1631 i veneziani si recano a visitare la Basilica di Santa Maria della Salute, di fronte a San Marco.

Si tratta di un vero e proprio pellegrinaggio, perché la chiesa fu edificata dal famoso architetto Baldassarre Longhena per ringraziare la Vergine della fine di una terribile pestilenza. Così, in quella data gli abitanti di Venezia, e non solo, attraversano un ponte costruito appositamente per la ricorrenza per accendere una candela, dire una preghiera o semplicemente girare fra i banchi di dolci che vengono allestiti intorno alla Basilica.

Oltre alla sua indubbia bellezza e al significato legato alla sua costruzione, la Basilica della Salute nasconde al suo interno un vero tesoro... Non tutti sanno che, dalla zona dietro l'altar maggiore, è possibile accedere alla Sacrestia, dove sono custoditi capolavori di inestimabile valore! Opere di Tiziano come ‘San Marco in trono, con i santi Cosma, Damiano, Sebastiano e Rocco' (1511-12) insieme ad opere più tarde sul soffitto: ‘Caino ed Abele', ‘Il sacrificio di Abramo ed Isacco', ‘Davide e Golia'; vi si può ammirare anche la grande tela di Tintoretto ‘Le nozze di Cana' (1561) e opere di altri importanti artisti come Alessandro Varotari detto ‘il Padovanino', Pietro Liberi, Giuseppe Porta detto ‘il Salviati' e Jacopo Palma il Giovane.

La Sacrestia della Basilica della Salute è inclusa in uno dei nostri itinerari privati dedicati al Tintoretto, grazie al quale potrete visitare anche le Gallerie dell'Accademia. Richiedete subito la disponibilità delle nostre guide ed immergetevi tra i capolavori dell'arte veneziana accompagnati da una guida locale!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi