Aneddoti & Curiosità

La sala a fogliami di Palazzo Grimani a Venezia

Opere e luoghi poco noti
palazzo-grimani

La sala a fogliami di Palazzo Grimani a Venezia

Nel cuore del sestiere di Castello sorge uno dei più spettacolari edifici rinascimentali di Venezia: Palazzo Grimani.

Acquistato all'inizio del ‘500 dal Doge Antonio per i suoi figli, il palazzo venne poi ampliato e ristrutturato dal nipote del Doge, Giovanni, patriarca di Aquileia (1506- 1593).

Giovanni Grimani fu sicuramente uno dei massimi rappresentanti della cultura rinascimentale a Venezia: il palazzo venne ampliato e decorato al fine di ospitare la sua incredibile collezione di marmi greci e romani.

La carriera ecclesiastica del patriarca subì un tracollo nel 1546 per un'accusa di eresia, dalla quale dovette difendersi a Roma e al concilio di Trento. Nonostante fosse stato dichiarato innocente, il Grimani non riuscì ad ottenere la nomina a cardinale che tanto desiderava (si fece addirittura ritrarre in abiti cardinalizi!).

Questa vicenda, che lo tormentò fino alla morte, è illustrata in una delle sale più belle del suo palazzo, la sala a fogliami.

Decorata dall'artista Camillo Mantovano negli anni '60 del XVI secolo, presenta un incredibile soffitto affrescato con una fitta selva in cui sono presenti uccelli e piante (fra cui specie ‘esotiche' appena arrivate dal nuovo mondo come il tabacco e il mais).

Nelle lunette sono rappresentati animali e motti in latino: si tratta di rebus che alludono al travagliato processo per eresia subito dal patriarca e ribadiscono la sua innocenza e la sua fedeltà alla chiesa di Roma.

Oggi Palazzo Grimani è diventato un museo, aperto al pubblico da martedì a domenica, dalle 8.15 alle 19.15. L'originalità dell'architettura, la bellezza delle decorazioni e la travagliata storia che ne ha caratterizzato le vicende, lo rendono una meta di grande fascino negli itinerari veneziani... Su richiesta, Palazzo Grimani può essere incluso in un'originale visita guidata alla scoperta del Rinascimento veneziano!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: 'Duri i banchi!': il significato di un famoso detto veneziano

duri-i-banchi
Modi di dire

I veneziani sono un popolo di lavoratori, orgoglioso e intimamente legato alla propria città, e per questi motivi, non si è mai arres...

Vedi

Venezia: Il Coronavirus non è (per fortuna) la nuova peste di Venezia

peste
Curiosità storiche

Quasi un mese fa il Coronavirus o COVID-19 è purtroppo entrato prepotentemente nella nostra vita, partendo proprio dalla nostra region...

Vedi

Venezia: Storia della Regina del Carnevale di Venezia, la frittella!

Frittelle_di_carnevale
Tradizioni popolari

E’ Carnevale…e cosa c’è di più bello di addentare una morbida e gustosa frittella veneziana? La frittella, in dialetto ‘frito...

Vedi

Venezia: La leggenda di Melusina e il cuore di pietra del Sotoportego dei Preti

Melusina
Misteri & Leggende

Febbraio: la festa degli innamorati è sempre più vicina e stai pensando di passare dei magici momenti insieme alla tua dolce metà pr...

Vedi

I post più letti

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Verona: La storia delle mura romane di Verona

porta-borsari
Curiosità storiche

Verona è sempre stata considerata una città di notevole importanza dal punto di vista militare: trovandosi allo sbocco della Valle de...

Vedi