Aneddoti & Curiosità

La Sala della Musica all'Ospedaletto di Venezia

Opere e luoghi poco noti
ospedaletto-venezia

La Sala della Musica all'Ospedaletto di Venezia

In passato, Venezia aveva diverse istituzioni chiamate Ospedali, che fungevano anche da ricovero per anziani soli e indigenti, orfani e bambini le cui famiglie non potevano accudirli.

Tra queste istituzioni ricordiamo Santa Maria dei Derelitti, nel sestiere di Castello, chiamato ‘l'Ospedaletto' per le sue dimensioni contenute, che diede il via ad una tradizione importantissima per la città: i cori delle fanciulle.

Fin dalla sua fondazione nel ‘500 le orfanelle cantavano in chiesa inni sacri; all'inizio era solo un modo per apprendere i fondamenti della religione, ma poi divennero così famose da diventare un'attività indipendente: con le offerte raccolte durante i concerti, infatti, si creava la dote per le fanciulle, permettendo loro di lasciare l'istituto e di sposarsi.

Le fanciulle imparavano anche a suonare uno strumento (a fiato o ad arco), così da creare una vera e propria orchestra di circa 40 elementi, ed erano seguite da un maestro che spesso componeva musica apposta per loro.

Per incentivare i concerti, nel 1776 fu creata una sala apposita che fu appunto chiamata ‘Sala della Musica', dove le ragazze del coro organizzavano concerti. Non dimentichiamo che Venezia non obbediva al papato, che proibiva alle donne di esibirsi...

Nel 1777 per decorare la nuova sala fu chiamato il grande pittore Jacopo Guarana, che aiutato dal quadraturista Agostino Mengozzi Colonna, realizzò un'incredibile capolavoro. Nelle pareti furono rappresentate, con incredibile vivacità, le fanciulle del coro intente a suonare o a cantare…

La sala fa ora parte di un ricovero per anziani ma, su richiesta, può essere visitata.

Se desiderate includere questo inedito luogo nel vostro itinerario privato di Venezia, vi basterà compilare l'apposito form segnalando nel campo ‘Preferenze riguardo il tour' i luoghi che volete includere nella visita!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Il Tablino di Andrea Palladio nelle gallerie dell’Accademia a Venezia

tablino-palladio
Presenze illustri

Le gallerie dell’Accademia a Venezia non sono solo un luogo in cui si conservano opere d’arte, sono loro stesse un’opera d’arte...

Vedi

Venezia: La ' Battaglia Navale' del Tintoretto a Palazzo Ducale

Battaglia_Garda
Curiosità storiche

Il soffitto di Palazzo Ducale, oltre ad essere il soffitto sospeso in legno più grande del mondo, è un vero e proprio contenitore di ...

Vedi

Venezia: Le origini del Carnevale a Venezia

faliero-vitale
Tradizioni popolari

Se siamo alla ricerca di notizie sulla nascita del Carnevale di Venezia, il primo posto dove cercare informazioni è la Basilica di San...

Vedi

Verona: Il Carnevale a Verona

carnevale-verona
Tradizioni popolari

Quando si parla di Carnevale tutti pensano subito a Venezia, ma anche le altre città del Veneto hanno delle antiche e suggestive tradi...

Vedi

I post più letti

Venezia: La tomba del Doge Andrea Gritti nella chiesa di San Francesco della Vigna

Andrea_Gritti-tomba
Presenze illustri

Per i pochi temerari visitatori che si avventurano nel sestiere di Castello, lontano dalle folle che si accalcano in Piazza San Marco e...

Vedi

Venezia: Il Doge Pietro Tradonico e l’isola di Poveglia nella laguna di Venezia

poveglia-venezia
Curiosità storiche

L’isola di Poveglia, nella laguna di Venezia, è considerata dagli esperti del paranormale uno dei luoghi più infestati al mondo… ...

Vedi

Padova: L’altare di Donatello nella Basilica del Santo a Padova

altare-donatello
Curiosità storiche

Chi si reca a Padova, non può non visitare la stupenda Basilica dedicata a Sant’Antonio da Padova, frate francescano di origine port...

Vedi

Venezia: Il Giardino segreto di Ca’ Morosini del giardin a Cannaregio

ca-morosini-del-giardin
Opere e luoghi poco noti

Venezia è una città magica per molti motivi, tra cui i suoi tanti giardini nascosti che pochi conoscono! Uno dei più segreti e sugge...

Vedi