Aneddoti & Curiosità

L'Abbazia di Nervesa e il Galateo

Opere e luoghi poco noti
abbazia-nervesa

L'Abbazia di Nervesa e il Galateo

In provincia di Treviso vi è un piccolo comune chiamato Nervesa della battaglia. Fino alla Prima guerra Mondiale si chiamava semplicemente Nervesa… ‘della Battaglia' venne aggiunto in seguito alla battaglia del Solstizio o seconda battaglia del Piave, combattuta proprio qui, nel giugno 1918, tra l'esercito Italiano e quello austro-ungarico.

Il paese fu completamente raso al suolo e andò distrutta anche la bellissima Abbazia di Sant'Eustachio, fondata nell'XI secolo dalla nobile famiglia longobarda dei Collalto.

Tra il Cinquecento e il Seicento l'abbazia divenne un importante polo culturale. Qui vennero ospitati, tra gli altri, il celebre scrittore e libellista Pietro Aretino, la poetessa Gaspara Stampa (che dedicò a Collatino da Collalto le sue rime più struggenti) e Giovanni della Casa.

Monsignor della Casa intraprese la vita ecclesiastica e nel 1544 fu nominato nunzio apostolico a Venezia, dove trovò il palco ideale per le sue aspirazioni letterarie o mondane, e il suo palazzetto sul Canal Grande divenne il luogo d'incontro della migliore nobiltà veneziana assieme ad artisti, poeti e letterati.

A Venezia introdusse il tribunale dell'Inquisizione e si occupò dei primi processi contro i Luterani.

Caduto in disgrazia con la morte del suo protettore papa Paolo III Farnese, nel 1549 si ritirò a Nervesa dove probabilmente scrisse il famoso libro Il Galateo overo de' costumi, che dava i dettami rinascimentali e propone una serie di consigli e regole tali da consentire una vita armonica e semplice.

 

Come raggiungere i ruderi dell'Abbazia di Nervesa della Battaglia

Dalla piazza della chiesa di San Giovanni Battista Sovilla a Nervesa della Battaglia si vede un cancello con un cartello indicante ‘Abbazia'; dal cancello parte un vialetto alberato che si infila tra i vigneti e conduce alle rovine dell'abbazia, raggiungibile in 10-15 minuti con una piacevole passeggiata adatta a tutti. Attenzione che i ruderi e il vialetto di accesso si trovano in proprietà privata... Se il cancello è chiuso si consiglia di non entrare!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

Venezia: Perché si dice Rosso Tiziano?

rosso_tiziano
Modi di dire

Ricordate la sensuale ‘Venere di Urbino’ o l’elegante ‘Donna allo specchio’ di Tiziano Vecellio? Ecco, focalizzatevi sul...

Vedi

I post più letti

Venezia: Quanto costa un giro in gondola?

gondola
Lo sapevate che...

Avete deciso di visitare Venezia e avete inserito nella lista di cose da fare un bel giro in gondola? Come darvi torto! A Venezia c’...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi