Aneddoti & Curiosità

Le armature dell'Armeria di Palazzo Ducale a Venezia

Opere e luoghi poco noti
Armeria_Ducale

Le armature dell'Armeria di Palazzo Ducale a Venezia

Il medievale palazzo Ducale di Venezia, situato nella meravigliosa cornice di Piazza San Marco, conserva al suo interno innumerevoli sorprese: per esempio l'Armeria.

Si tratta di un'incredibile collezione di armi e munizioni, di epoche e provenienze diverse, che apparteneva al Consiglio dei X. Armi e munizioni servivano agli armigeri di guardia al Palazzo per difendere il Doge e gli altri membri del governo della Repubblica.

Fra gli oltre 2000 pezzi conservati nell'Armeria vi sono anche diverse fantastiche armature: per esempio, nella Sala I si può ammirare l'armatura del celebre condottiero Erasmo da Narni detto il Gattamelata (1370-1443), finemente cesellata, accanto ad altre risalenti al XVI secolo ed usate sia nelle battaglie sia nei tornei.

L'armatura che incuriosisce di più è una di dimensioni molto piccole, rinvenuta sul campo di battaglia di Marigliano nel 1515; forse apparteneva ad un bambino oppure ad un nano.

Nella seconda sala campeggia la splendida armatura del re di Francia Enrico IV di Borbone (1553- 1610), che il grande sovrano donò alla Repubblica di Venezia nel 1604… Non stupitevi delle sue dimensioni ridotte: tutte le cronache descrivono Enrico IV come un uomo di bassa statura!

L'Armeria è inclusa nel percorso di visita di Palazzo Ducale, visitabile acquistando il biglietto I Musei di Piazza San Marco oppure il cumulativo Museum Pass. Se invece volete visitare il Palazzo con un'esclusiva visita privata, venetoinside.com vi propone due differenti tour: la visita guidata privata di Palazzo DucaleVenezia per bambini, un simpatico itinerario pensato appositamente per coinvolgere i più piccoli nella scoperta di Venezia e dei suoi luoghi più famosi. Entrambe le visite sono tenute da Francesca, la nostra fidata guida turistica che cura anche la redazione di questa rubrica.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi