Aneddoti & Curiosità

Le collezioni del Convento di San Giovanni in Verdara a Padova

Opere e luoghi poco noti
eremitani-padova

Le collezioni del Convento di San Giovanni in Verdara a Padova

Il museo più bello di Padova è sicuramente quello degli Eremitani creato nel 1895 per custodire le raccolte cittadine.

Il primitivo nucleo dell’attuale Museo Civico agli Eremitani è costituito da un incredibile collezione proveniente dal monastero di San Giovanni in Verdara.

Gestita dai lateranensi fin dal ‘200, la chiesa vanta un’incredibile raccolta di oggetti creata dai monaci nel corso dei secoli: oltre alla biblioteca era infatti presente una prestigiosa raccolta di ‘ritratti di uomini illustri, in metallo, in marmo, in avorio ed in cera’; una ricca collezione di avori antichi e di bronzi, sia antichi che moderni; una considerevole pinacoteca; vasi antichi, idoli e simulacri di varie nazioni antiche e moderne; moltissimi cammei e pietre intagliate; lucerne ed urne sepolcrali e, infine, pesi e sigilli antichi.

C’erano anche minerali, fossili e crostacei, coralli e frutti marini, ... strumenti matematici, astronomici ed ottici; ed una doviziosa raccolta di medaglie.

Tra i busti di cera spiccava quello del Tiziano e tra le tele la Cena di Emmaus del Piazzetta (ora a Cleveland) ed opere di Girolamo Forabosco e Andrea Vicentino. L’apice delle raccolta si ebbe nel 1711 quando vi confluì la cinquecentesca collezione di Marco Mantova Bonavides.

Nel 1782 la Repubblica di Venezia soppresse il monastero e le raccolte cominciarono ad essere disperse.

I beni più preziosi delle biblioteca furono portati alla Marciana a Venezia mentre gli altri restarono alla città di Padova confluendo nelle raccolte della Biblioteca universitaria di Padova, mentre gli oggetti dell’antichità classica passarono alle collezioni della Biblioteca Marciana (oggi il Museo Archeologico di Piazza San Marco).

Il rimanente restò a Padova, al Museo di Storia Naturale o Museo Pubblico, costituito già dal 1736, al Gabinetto di Fisica e alla Specola, mentre le pitture e le sculture divennero raccolte civiche e così arrivarono al Museo degli Eremitani.

Per ammirare i beni che oggi sono custoditi a Venezia potete acquistare comodamente online il biglietto ‘I Musei di Piazza San Marco’ - che include la visita di Palazzo Ducale e del percorso integrato Museo Correr, Museo Archeologico e Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana – mentre per vedere quelli rimasti a Padova vi consigliamo di prenotare una visita guidata privata con le nostre esperte guide!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi