Aneddoti & Curiosità

Le colonne del ciborio dell’altare della Basilica di San Marco

Curiosità storiche
ciborio-san-marco-venezia

Le colonne del ciborio dell’altare della Basilica di San Marco

La basilica di San Marco a Venezia è una fonte inesauribile di tesori… Le quattro colonne in alabastro che sorreggono il ciborio sopra l’altar maggiore sono decisamente degne di nota!

Si tratta di quattro fusti monolitici di alabastro orientale - lavorati a coppie da un Maestro eccellente e da aiutanti di minor valore - suddivisi in nove comparti separati da strisce orizzontali, a loro volta articolati in nove archetti ospitanti una o più figure in altorilievo.

In totale si contano 324 nicchie, tra le quali ben 108 sono dedicate a scene, ad una o più figure, che riproducono la vita della Vergine, la vita e la passione di Gesù Cristo; ben rappresentati anche singoli episodi tratti dai Vangeli canonici e da quelli apocrifi, presenti in più cicli dettagliati, disposti in sequenza orizzontale nel senso della lettura o in verticale.

In passato, le colonne del ciborio furono considerate a volte come opere della tarda antichità, altre come opere dei secoli centrali del medioevo: per questo motivo le datazioni proposte oscillano tra il V-VI e l’XI -XIII secolo.

A favore dell’ipotesi di una datazione ‘alta’, vale a dire al VI secolo, sarebbe un dettaglio nell’episodio della Crocifissione, dove, sulla croce, in mezzo ai malfattori, non compare Cristo bensì il simbolo dell’agnello, diffuso in Oriente prima del concilio di Trullo (692) e poi sostituito dal corpo esanime. Sul piano dello stile, emergono evidenti caratteri tardo antichi, come i tratti fisionomici troppo marcati e le forme tozze; i profili mossi hanno invece una parvenza goticheggiante che potrebbe giustificare il dubbio ad un’esecuzione duecentesca… Il caso è quindi ancora aperto!

Di certo sappiamo che le colonne giunsero a Venezia nel 1204, a seguito del sacco di Costantinopoli durante la Quarta Crociata.

Per ammirare queste straordinarie colonne vi consigliamo di prenotare l’ingresso skip-the-line alla Basilica di San Marco: attivo nei mesi di alta affluenza – da aprile all’inizio di novembre – vi permetterà di risparmiare tempo prezioso, evitando la lunga fila generalmente presente alla porta principale.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Cosa accadde il 16 maggio a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

  Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno di San Boldo (Sant'Ubaldo Vescovo) al Santo era dedicata una Chiesa,...

Vedi

Venezia: Cosa accadde l'1 maggio a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno dei Santi Filipo e Giacomo Apostoli e di Santa Scolastica, di cui esistevan...

Vedi

Venezia: Cosa accadde il 25 aprile a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno di San Marco Evangelista Patrono di Venezia. E' la Prima Festa di San Marco...

Vedi

Venezia: Cosa accadde il 20 aprile a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno di San Vettor (San Vittore).   - 20 aprile 1797: cattura della fregata...

Vedi

I post più letti

Venezia: 10 canzoni che ti faranno pensare a Venezia

canzoni-ve
Lo sapevate che...

Ci sono canzoni di cui basta sentire le prime note per essere subito trasportati con la mente ad un luogo, un ricordo o un sogno. Quest...

Vedi

Padova: Vò Euganeo: un luogo da scoprire

vò
Opere e luoghi poco noti

In questi ultimi mesi si è sentito molto parlare del piccolo comune di Vò, in provincia di Padova, al centro delle attenzioni e preoc...

Vedi

Venezia: 10 film ambientati a Venezia da non perdere

10_film_venezia
Location cinematografiche

Venezia è una città unica al mondo, ogni anno fa sognare milioni di visitatori con il suo fascino intramontabile e le sue ‘calli’...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi