Aneddoti & Curiosità

L’isola di San Francesco del deserto nella laguna di Venezia

Opere e luoghi poco noti
San-Francesco-del-Deserto

L’isola di San Francesco del deserto nella laguna di Venezia

Se siete alla ricerca di un luogo dove meditare, lontano dalla confusione, San Francesco del deserto è proprio l’isola che fa per voi!

L’isola, vicina a Burano, fu frequentata sin dall’età romana, come testimonia il ritrovamento di alcuni reperti nel sottosuolo, quando era chiamata Isola delle Due Vigne.

Nel 1220 Francesco d’Assisi, di ritorno da un viaggio in Oriente, durante il quale aveva incontrato pacificamente il Sultano d’Egitto Malek-el-Kamel, arrivò su una piccola isola di proprietà del nobile veneziano Jacopo Michiel… Francesco era alla ricerca di un luogo tranquillo, dove fermarsi nel silenzio a pregare e riflettere. Qui fu accolto dal canto di una moltitudine di uccelli - come ci racconta il suo biografo san Bonaventura da Bagnoregio – quale miglior luogo per fondare un ricovero dove fosse possibile pregare e meditare in pace, lontani dalla mondanità?

Dopo la sua morte, nel 1223, il Michiel donò l’isola ai frati minori perché vi fondassero un convento. Il nome del luogo risale al ‘400, quando l’isola di San Francesco per alcuni anni rimase abbandonata – deserta – a causa dell’insalubrità della laguna; successivamente fu adibita a polveriera dagli Austriaci fino al 1858, quando il terreno venne donato al patriarcato di Venezia che consentì ai frati di rifondarvi il monastero, tuttora attivo.

Questa suggestiva isola è inclusa in uno dei nostri tour di maggior fascino: Visita guidata di Burano e del monastero di San Francesco del Deserto. A Burano potrete godervi un’interessante visita guida tenuta da una guida locale, mentre a San Francesco del Deserto saranno gli stessi frati francescani ad accompagnarvi alla scoperta del monastero.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi