Aneddoti & Curiosità

L’isola di San Giorgio in Alga nella Laguna di Venezia

Opere e luoghi poco noti
san-giorgio-in-alga

L’isola di San Giorgio in Alga nella Laguna di Venezia

La laguna di Venezia è piena di piccole isolette, lontane dal centro abitato e spesso lasciate in stato di abbandono.

Durante l’epoca della Repubblica erano soprattutto sedi di monasteri, mentre nell’800 erano usate principalmente come caserme o depositi di munizioni.

Tra queste isolette ce n’è una che desta l’attenzione di tutti i cacciatori di tesori: San Giorgio in Alga.

Oggi l’isola ha un aspetto davvero desolato: la chiesa quattrocentesca (ricostruita dopo un incendio nel 1717) è ormai solo un ricordo e gli edifici rimanenti sono ridotti a pochi ruderi (venne bombardata anche durante la seconda guerra mondiale). Un tempo, però, ospitava una fiorente comunità di monaci benedettini, che vi si erano insediati già nell’XI secolo.

Narra la leggenda che un membro dell’ordine Cavalleresco dei Templari, in fuga dalle persecuzioni operate contro di loro dal re di Francia Filippo il Bello nel 1312, si sia fermato proprio a San Giorgio in Alga per nascondere il favoloso e leggendario tesoro dei Templari, ad oggi ancora mai ritrovato.

L’isola è famosa anche perché, nel XV secolo, ospitava una comunità di monaci agostiniani, tra i quali c’era Lorenzo Giustinian, divenuto poi patriarca di Venezia nel 1451 e proclamato Santo nel 1690.

Se dopo aver letto questo post vi fosse venuta voglia di scoprire altre misteriose e poco conosciute isolette della laguna veneziana, vi consigliamo la nostra Escursione privata in houseboat alle isole del mistero: l’itinerario non include anche San Giorgio in Alga, localizzata troppo lontano dal centro storico, ma vi permetterà di scoprire molti altri leggendari luoghi con un’originale gita in barca!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi