Aneddoti & Curiosità

Il mascherone per spaventare il diavolo nei campanili di Venezia

Misteri & Leggende
Maschera_big

Il mascherone per spaventare il diavolo nei campanili di Venezia

Molte delle bellissime chiese di Venezia hanno al loro fianco un campanile, in passato strumento indispensabile per lo svolgimento della vita quotidiana di tutti gli abitanti della parrocchia; i rintocchi della campana infatti segnavano l'inizio e la fine della giornata lavorativa e le varie funzioni religiose.

Quasi sempre la porta che conduceva alla sommità del campanile ha un rilievo decorativo, come per esempio un angelo, ma più spesso si tratta di mascheroni grotteschi, volti mostruosi che fanno strane smorfie.

Secondo la credenza popolare il mascherone doveva servire ad allontanare il demonio che voleva entrare per suonare le campane, provocando così scompiglio tra la gente regolata dai loro rintocchi.

Il mascherone ‘più bello' di Venezia è probabilmente quello della chiesa di Santa Maria Formosa a Castello. Alto 40 m, il campanile fu ricostruito nel 1678, su progetto del sacerdote Federico Zucconi in stile barocco e presenta una canna quadrata con le pareti decorate da motivi geometrici in rilievo. I due lati visibili della base sono abbelliti da un bugnato-marmoreo a tronco di piramide. Sul lato verso il canale la porta d'ingresso reca sulla chiave di volta l'espressivo mascherone.

Secondo me se davvero il Diavolo avesse voluto salire su campanile un mascherone non lo avrebbe certo fermato!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

Vicenza: La leggenda dei Nani di Villa Valmarana a Vicenza

Villa_Valmarana_ai_Nani
Misteri & Leggende

Villa Valmarana ai Nani di Vicenza è una delle ville più conosciute e visitate del Veneto soprattutto grazie agli affreschi di Gianba...

Vedi

I post più letti

Treviso: Il cimitero ebraico di Conegliano

cimitero-conegliano
Opere e luoghi poco noti

Non tutti sanno che la città di Conegliano ha ospitato una delle più importanti comunità ebraiche del Veneto, sia dal punto di vista...

Vedi

Belluno: La casa natale di Tiziano Vecellio a Pieve di Cadore

casa-tiziano-pieve
Presenze illustri

Nel cuore delle Dolomiti, patrimonio dell’Unesco, si trova un piccolo, pittoresco paesino, Pieve di Cadore. Si tratta di un luogo spe...

Vedi

Vicenza: Il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa

Ponte-degli-Alpini-Bassano
Curiosità storiche

Se i ponti sono la vostra passione non potete assolutamente perdere il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa, in Provincia di Vicenza...

Vedi

Venezia: L’altorilievo di Ercole sulla facciata della casa del Tintoretto

casa-tintoretto-venezia
Misteri & Leggende

Nel sestiere di Cannaregio a Venezia sorge la casa del famoso pittore Jacopo Robusti detto ‘il Tintoretto’ (1519- 1594). Sulla facc...

Vedi