Aneddoti & Curiosità

Il mobile Canova nel Museo Correr di Piazza San Marco a Venezia

Opere e luoghi poco noti
mobile-canova-correr

Il mobile Canova nel Museo Correr di Piazza San Marco a Venezia

Antonio Canova (1757- 1822) è sicuramente uno degli scultori più famosi della storia dell'arte di ogni tempo e un vanto per la città di Venezia, che vide i suoi esordi e che fu anche il luogo della sua morte (avvenuta in casa del proprietario del caffè Florian in campo San Gallo).

La straordinaria e quasi ‘mitica' fama internazionale goduta in vita da Canova divenne dopo la morte – in Italia e particolarmente a Venezia – un culto che univa il valore dell'arte col popolare sentimento risorgimentale di italianità e riscatto nazionale da lui espresso in azioni ed opere evocative durante la sua carriera. Fu eretto per lui un singolare monumento piramidale nella chiesa dei Frati (opera dei suoi allievi), dove venne conservato il suo cuore, mentre la sua mano destra (opportunamente mozzata e messa sotto spirito) venne conservata per molti anni come una reliquia in un ‘altarino' all'interno dell'Accademia di Belle Arti.

Di questa ‘Canova-mania' esiste una bizzarra testimonianza al Museo Correr di Venezia: il Mobile Canova. Si tratta di una specie di mobile- teca allestito dal ricco commerciante veneziano Domenico Zoppetti per custodire strumenti da lavoro, bozzetti, disegni (in gran parte di collaboratori), dipinti autografi (Canova amava la pittura e dipingeva abilmente per diletto), cimeli personali, ritratti, etc.. Già posto al centro del piccolo museo creato da Zoppetti nella sua casa in Strada Nuova, il mobile e le collezioni al suo interno giunsero ai Musei Civici nel 1849; smontato nel 1952, in mobile è stato poi ricomposto col recupero integrale delle parti ornamentali intagliate (2015) e adesso troneggia in una delle sale del Museo Correr, recentemente riallestite per glorificare al meglio il celebre scultore.

Il Museo Correr di Venezia è visitabile acquistando il biglietto cumulativo 'I Musei di Piazza San Marco', che include anche la visita di Palazzo Ducale, del Museo Archeologico Nazionale e delle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciale – tutti localizzati nella splendida cornice di Piazza San Marco. Su richiesta, le nostre guide organizzano itinerari di visita privati al Museo Correr, pianificabili tenendo conto delle vostre esigenze e degli argomenti che desiderate approfondire.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi