Aneddoti & Curiosità

Il monumento alle vittime della Shoah nel Campo del Ghetto nuovo a Venezia

Opere e luoghi poco noti
Ghetto

Il monumento alle vittime della Shoah nel Campo del Ghetto nuovo a Venezia

Su uno dei lati del campo del Ghetto nuovo a Venezia vi è un monumento costituito da sette formelle in bronzo, opera dell'artista lituano Arbit Blatas (1908- 1999), che ricorda le vittime della deportazione nazista, creato nel 1980.

In realtà non moltissimi tra gli ebrei che vivevano a Venezia furono deportati nei campi di concentramento durante l'occupazione nazista della città nel 1943, grazie al coraggio e alla determinazione di Giuseppe Jona, capo della Comunità ebraica di Venezia durante la seconda Guerra mondiale.

Quando i Nazisti occuparono Venezia, chiesero a Giuseppe Jona, un medico stimato, di portare al loro quartier generale gli elenchi di tutti ebrei residenti a Venezia, che erano in suo possesso. La mattina della consegna Jona decise invece di bruciare gli elenchi e di togliersi la vita, temendo ovvie rappresaglie.

Grazie al suo sacrificio i Nazisti non furono più in grado di individuare gli ebrei veneziani e così soltanto 243 furono deportati, mentre gli altri membri della comunità, circa 1.200 persone, riuscirono a salvarsi.

Di quei 243 che furono condotti ad Auschwitz solo 8 tornarono a casa.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi