Aneddoti & Curiosità

Morte a Venezia all'Hotel Des Bains al Lido

Location cinematografiche
des-bains

Morte a Venezia all'Hotel Des Bains al Lido

L'isola del Lido nella laguna di Venezia divenne famosa dall'inizio del XX secolo per le sue spiagge e suoi alberghi di lusso.

Uno dei più famosi è sicuramente l'Hotel Des Bains che, inaugurato nel 1900, divenne subito punto di ritrovo dell'aristocrazia e dell'alta borghesia di tutta Europa e non solo.

Il grande scrittore tedesco Thomas Mann vi soggiornò spesso, scegliendolo anche come ambientazione del suo celebre romanzo ‘Morte a Venezia' (1912), che racconta la storia di un vecchio artista invaghitosi di un giovane ragazzo polacco. Per potergli stare accanto, rimane a Venezia nonostante il colera, trovandovi la morte.

Il racconto fu portato sul grande schermo nel 1971 dal celebre regista italiano Luchino Visconti, che utilizzò come location lo stesso hotel. Nel film si possono ammirare i fantastici saloni in stile art decò -  purtroppo non sono originali perché durante il primo conflitto mondiale l'hotel fu chiuso e devastato da un incendio - e la spiaggia con le sue tende bianche, luogo del fatale incontro fra il vecchio compositore Gustav von Haschenbach (ispirato alla figura di Gustav Mahler e interpretato da Dirk Bogarde)  e il bellissimo quattordicenne Tadzio (il regista Visconti girò i paesi Scandinavi alla ricerca dell'attore perfetto, per scegliere poi lo svedese Björn Andrésen).

Un tempo al centro della vita mondana degli attori di Hollywood durante la Mostra del Cinema di Venezia, l'hotel Des Bains è oggi diventato un complesso di lussuosi appartamenti.

Ti appassionano le location cinematografiche? Grazie al nostro originale Cinetour potrai scoprire luoghi e zone di Venezia utilizzati come ambientazione per i film di ieri ed oggi… Ascoltando curiosità, verità e finzioni grazie ai racconti della nostra esperta guida turistica!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

I post più letti

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi