Aneddoti & Curiosità

Il complesso dell'Ospedale degli Incurabili a Venezia

Opere e luoghi poco noti
incurabili_venezia_zattere

Il complesso dell'Ospedale degli Incurabili a Venezia

Lungo la splendida fondamenta delle Zattere nel sestiere di Dorsoduro si trova un edificio dalle forme severe: l'Ospedale degli Incurabili.

Fu fondato nel 1517 da San Gaetano da Thiene per dare accoglienza a uomini e donne affetti da quello che veniva allora chiamato il mal francese, quindi i malati di sifilide. A quel tempo mancavano i mezzi terapeutici adeguati per combattere questa terribile malattia venerea quindi, di fatto, l'edificio accoglieva degli incurabili.

Nel 1560 venne costruita una chiesa al centro dell'attuale cortile interno, che risultava così frammentato in quattro piccoli cortili triangolari. Le attuali quattro vere da pozzo collocate ai lati rappresentano la testimonianza dell'antica ripartizione degli spazi. Nel 1572 l'edificio venne riedificato da Antonio Da Ponte su progetto di Antonio Zertani e di Jacopo Sansovino. Il portale, anch'esso progettato dal Da Ponte, era inizialmente destinato ad una delle sale del Palazzo Ducale. Nel 1527 a capo dell'ospedale passò il nobile Girolamo Miani, che traferì qui anche i ricoveri per bambini abbandonati; le ragazze che presentavano talento musicale potevano diventare coriste e i loro concerti erano organizzati ogni sabato nella chiesa, che aveva forma ovale proprio per ragioni di acustica.

In seguito agli editti napoleonici del 1806 l'ospedale dei Incurabili fu chiuso. Nel 1819 venne adattato a caserma di artiglieria e, per aumentarne lo spazio interno, la chiesa che sorgeva al centro del cortile venne rasa al suolo. Nel corso del ‘900 divenne il Riformatorio cittadino, ma fu poi chiuso rimanendo inutilizzato per un lungo periodo. Ai nostri giorni l'edificio, dopo un accurato restauro, accoglie l'Accademia di Belle Arti.

Se vuoi conoscere altri curiosi luoghi di Venezia, le nostre abili guide saranno felici di mostrarti una Venezia ancora poco conosciuta… Fuori dai consueti percorsi turistici c'è tutta una città ancora da scoprire! Prenota subito uno dei nostri itinerari privati ed immergiti nella magia di questa straordinaria città senza tempo!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi