Aneddoti & Curiosità

La simbologia delle patere nel portico della chiesa dei Carmini a Venezia

Curiosità storiche
carmini-venezia

La simbologia delle patere nel portico della chiesa dei Carmini a Venezia

La chiesa dei Carmini nel sestiere di Dorsoduro a Venezia ha un portale laterale decisamente interessante. Presenta infatti delle patere, cioè degli elementi decorativi circolari con degli animali in rilievo.

A Venezia troviamo più di 1000 patere come queste, realizzate principalmente fra il XI e il XIII secolo. Venivano spesso riutilizzate e se ne possono trovare anche su edifici del ‘900!

Le patere della chiesa dei Carmini sono cinque, in marmo greco, e rappresentano, dall'alto verso il basso e da sinistra a destra: un'aquila che becca un coniglio, un grifone che becca le zampe posteriori di una lepre, un'altra aquila che becca la testa di una lepre, un pellicano con un pesce nel becco e infine un'aquila che becca un coniglio.

La simbologia di queste rappresentazioni è connessa alla religione cristiana e, anche se a noi sembra molto complicata, era di facile lettura per l'uomo medievale, che viveva immerso in un mondo di simboli.

L'aquila, essendo in grado di fissare direttamente il sole, simboleggia l'elevazione spirituale, mentre il coniglio (o la lepre) rappresenta i bisogni fisici, quindi si tratterebbe di una lotta del bene contro il male. Il Grifone, animale mitologico metà aquila e metà leone, è simbolo nel medioevo di coraggio e di purezza. Il pellicano veniva visto come simbolo di Gesù sulla Croce che si era sacrificato per l'umanità, poiché, anticamente, si credeva che questo uccello si ferisse il petto per nutrire i suoi piccoli; anche il pesce simboleggia Cristo perché i primi Cristiani, costretti a vivere in clandestinità la loro religione, usavano la parola greca ICTUS (appunto pesce), che era l'acronimo di Iesous Cristos Theou Uios Soter (Gesù Cristo, figlio di Dio, Salvatore).

Francesca, la brillante guida turistica veneziana che cura la nostra rubrica, è una fonte inesauribile di curiosità su Venezia e i suoi monumenti… Se siete interessati a visitare la città in sua compagnia, per scoprire i luoghi meno noti o curiosi aneddoti sui suoi monumenti più famosi, contattateci compilando il seguente form: vi risponderemo il prima possibile, dopo aver verificato la disponibilità di Francesca per la data da voi richiesta!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi