Aneddoti & Curiosità

Resti del Casino di Palazzo Tron a San Stae

Opere e luoghi poco noti
giardino-palazzo-tron-venezia

Resti del Casino di Palazzo Tron a San Stae

Una delle sedi dell'università di Architettura di Venezia (IUAV) è ospitata nel celebre palazzo Tron, vicino alla chiesa di San Stae.

L'edificio, che si affaccia sul Canal Grande, fu costruito nella seconda metà del ‘500 da un allievo del celebre architetto Jacopo Sansovino e conserva ancora le tracce dei fasti della famiglia Tron, una delle più ricche della Serenissima Repubblica.

Nel lussureggiante giardino c'era un tempo un casino, una sala per i ricevimenti costruita nel corso del ‘700, quando i Tron erano all'apice della gloria e Andrea Tron, procuratore di San Marco, era chiamato ‘el paron' (il padrone), per sottolineare che tutto a Venezia passava nelle sue mani.

Il casino era sistemato in fondo al giardino e fu distrutto agli inizi del ‘800 con la morte dell'ultima Tron, Cecilia. Esso fu la sede dei trionfi di un'altra Cecilia, moglie di Francesco, (il fratello del ‘paron' di Venezia Andrea Tron) che passò alla storia per la sua vita libertina… Fu l'amante del celebre conte di Cagliostro e di molti altri! Nel 1782, quando affittò al granduca di Russia il suo palco al teatro San Benetto a carissimo prezzo, cominciò a circolare una satira in forma di epigramma che diceva: ‘E brava la Trona/ la vende el palco più caro della mona'; la nobildonna non si offese assolutamente per l'allusione alla sua lascivia perché rispose: ‘quella non la vendo, la dono!'.

Il ‘700 è passato alla storia come il secolo più trasgressivo e lascivo della storia della Serenissima… Se siete interessati all'argomento, venetoinside.com vi propone un affascinante tour nella Venezia non turistica: Venezia Libertina itinerario privato a piedi tra vizi e segreti della Serenissima! In compagnia di un'esperta guida locale ripercorrete vizi e segreti del passato della Serenissima visitando zone ed edifici sospesi tra storia e leggenda.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi