Aneddoti & Curiosità

La Statua di San Zeno che ride nella Basilica di Verona

Curiosità storiche
san-zeno

La Statua di San Zeno che ride nella Basilica di Verona

Chi visita la città di Verona non può dimenticare di programmare una tappa alla bellissima chiesa romanica dedicata al patrono e ottavo vescovo della città, San Zeno.

La prima chiesa fu costruita sul luogo di sepoltura del Santo nel corso del IV secolo; distrutta e ricostruita varie volte, la basilica attuale si data al 1138, a seguito di un devastante terremoto.

Riguardo a San Zeno, non ci sono molte notizie certe in quanto gran parte della sua vita è avvolta nella leggenda… Pare fosse originario della Mauritania e per questo vi si fa spesso ancora riferimento come ‘il Vescovo Moro'; di certo si sa che fu vescovo di Verona dal 362 al 380, anno della sua morte.

Secondo le fonti agiografiche visse in austerità e semplicità, tanto che pescava egli stesso il pesce per il proprio pasto nell'Adige. Per questo è considerato protettore dei pescatori d'acqua dolce e viene rappresentato con dei pesciolini. Era una persona colta ed erudita, formatasi alla scuola di retorica africana.

Il suo corpo è conservato nella cripta sotto l'altar maggiore, mentre la sua immagine più famosa si trova nella piccola abside a sinistra del presbiterio: è una statua in marmo rosso e colorato, eseguita da un anonimo del XII secolo, considerata l'icona più importante dei veronesi! Guardando la statua, si viene subito colpiti dal fatto che sia sorridente, dettaglio del tutto inusuale per un Santo… I Veronesi lo chiamano affettuosamente ‘il San Zen che ride'.

Oltre ai luoghi di Giulietta e Romeo, Verona riserva molte sorprese… Se siete interessati ad una visita guidata con un'esperta guida locale vi suggeriamo la nostra Your Own Verona: visita guidata privata della città scaligera, completamente personalizzabile in base ai vostri desideri!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi