Aneddoti & Curiosità

La visione di sant'Agostino di Carpaccio nella scuola di San Giorgio degli Schiavoni a Venezia

Opere e luoghi poco noti
sagostino

La visione di sant'Agostino di Carpaccio nella scuola di San Giorgio degli Schiavoni a Venezia

Non lontano da Piazza San Marco vi è un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato: la Scuola degli Schiavoni.

Durante le soppressioni napoleoniche questa fu una delle poche confraternite a non essere chiusa e a non perdere il proprio patrimonio artistico, che vanta un ciclo di teleri dipinti dal grande pittore Vittore Carpaccio all'inizio del'500, raffiguranti la vita dei Santi titolari della scuola: Giorgio, Girolamo e Trifone.

La tela con la Visione di sant'Agostino è sicuramente la più celebre della serie ed è legata alla storia di San Girolamo, che apparve ad Agostino per avvertirlo della propria morte imminente ed ascesa in cielo. L'artista rappresenta il santo nel proprio studio, mentre viene distratto dalla lettura dalla voce di Girolamo, che gli appare in forma luminosa dalla finestra accanto allo scrittoio. Il miracoloso annuncio viene ambientato nella stanza di un colto e raffinato umanista del tempo, rappresentata con la cura meticolosa dei dettagli che caratterizza le opere di Carpaccio.

Si possono notare per esempio numerosi libri aperti, alcuni dei quali mostrano righe di pentagramma, cofanetti, strumenti per la scrittura e oggetti curiosi, come una campanella e una conchiglia; al centro della stanza si apre una nicchia con altare, nel quale, come mostra la tenda scostata, Agostino tiene oggetti e paramenti liturgici.

Al centro della stanza si trova un cagnolino maltese e, poco più in là, il cartiglio con la firma dell'artista e la data.

Venezia custodisce moltissimi tesori come questo ciclo di teleri, opere sconosciute alla maggior parte delle persone in visita a Venezia e per questo non incluse nei consueti itinerari guidati. Francesca, la nostra brillante guida che cura questa rubrica, su richiesta, organizza visite guidate private per scoprire inediti luoghi ed opere d'arte celati tra le calli e gli splendidi palazzi veneziani!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: La tragica leggenda del Cuore della Scuola Grande di San Marco

cuore-scuola-scuola-grande-san-marco
Misteri & Leggende

Nelle millenarie pietre di Venezia troviamo raccontate incredibili e affascinanti storie, leggende e memorie che si nascondono in ogni ...

Vedi

Venezia: Gli occhiali: un’origine tutta veneziana

occhiali
Curiosità storiche

Le prime lenti della storia presero forma in una delle isole più famose della laguna veneziana, l’isola di Murano dove nel 1100, la ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Venezia: La casa del cammello nel Sestiere di Cannaregio

palazzo-mastelli
Curiosità storiche

Se fate un giro nel Sestiere di Cannaregio potreste imbattervi in un cammello, ovviamente non in un cammello in carne ed ossa, ma raffi...

Vedi

I post più letti

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi

Padova: L’oratorio di San Giorgio

oratorio-san-giorgio-padova
Opere e luoghi poco noti

Padova è famosa in tutto il mondo per la Cappella degli Scrovegni, affrescata con incredibile maestria dal grande pittore Giotto all...

Vedi

Verona: Il balcone di Giulietta a Verona

balcone-giulietta-verona
Presenze illustri

Quando si vista la splendida città di Verona, una delle tappe obbligatorie è senz’altro la casa di Giulietta, il personaggio reso i...

Vedi

Venezia: Il Trono di Attila nell'isola di Torcello a Venezia

Trono_Attila
Misteri & Leggende

Torcello, la prima delle isole di Venezia ad essere abitata, è ricca di leggende e storie curiose, come quella del trono di Attila, il...

Vedi