Aneddoti & Curiosità

La Chiesa di Santa Maria degli Scalzi a Venezia e i bombardamenti della Grande Guerra

Curiosità storiche
scalzi-chiesa

La Chiesa di Santa Maria degli Scalzi a Venezia e i bombardamenti della Grande Guerra

Venezia soffrì più di tante altre città italiane il primo conflitto mondiale, essendo molto vicina al confine con l'impero austroungarico, nemico dell'Italia durante la guerra.

Nel corso del conflitto la città subì 42 incursioni aeree che provocarono 84 feriti, la morte di 52 civili, ingenti i danni al patrimonio artistico, alle abitazioni, alle industrie e agli edifici pubblici. Furono ripetutamente colpiti l'Arsenale, la stazione ferroviaria e la stessa piazza San Marco. I bombardamenti tenevano gli abitanti in uno stato di continua tensione. Inoltre, già prima dell'entrata dell'Italia nel conflitto (24 maggio 1915), la città aveva cominciato a sentire gli effetti devastanti dello stop dei traffici commerciali e delle attività turistiche.

I danni al patrimonio artistico della città furono calcolati in 22 milioni di lire; la perdita più grave fu costituita da un prezioso affresco del Tiepolo conservato nella chiesa degli Scalzi distrutto dal bombardamento del 24 ottobre del 1915: i resti dell'opera furono in seguito venduti a beneficio della Croce Rossa.

L'opera rappresentava il Trasporto della casa di Loreto, affrescato dal grande pittore Giambattista Tiepolo nel 1743… Del soffitto rimasero soltanto i pennacchi che sorreggevano la volta e pochi altri frammenti, oggi conservati alle Gallerie dell'Accademia.

Fu nel tentativo di riparare a questo danno, che, nel periodo 1929-1933, Ettore Tito dipinse per la chiesa due opere: una tela di 100 metri quadrati, ed un affresco di 400 metri quadrati.

L'autrice della nostra affascinante rubrica è una guida turistica autorizzata di Venezia… Se desideri visitare la città con lei, prenota una visita guidata privata. Grazie all'esperienza maturata in anni di attività e alla grande passione che mette nel suo lavoro, Francesca ti regalerà il meglio che questa incredibile città offre ai suoi visitatori!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: The Twin Bottles: l’arte dice NO alla plastica in mare

the_twin_bottles
Lo sapevate che...

Lo sapevate che nel Canal Grande di Venezia, nei pressi di Palazzo Ca' Vendramin Calergi ci sono due immense bottiglie accartocciate ch...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Il Vetro a Venezia: un’Arte ineguagliabile

vetro2
Curiosità storiche

Eccoci tornati all’incredibile storia del vetro. L’ultima volta ci eravamo lasciati con un importante quesito: come arrivò il vetr...

Vedi

Campagna Lupia: Il Casone di Valle Zappa: l’Olanda in laguna

casone_valle_zappa
Opere e luoghi poco noti

Se vi capita di passare per Campagna Lupia, fate una piccola deviazione perché qui si nasconde un piccolo gioiello, un pezzetto di Ola...

Vedi

I post più letti

Venezia: Quanto costa un giro in gondola?

gondola
Lo sapevate che...

Avete deciso di visitare Venezia e avete inserito nella lista di cose da fare un bel giro in gondola? Come darvi torto! A Venezia c’...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi