Aneddoti & Curiosità

La Chiesa di Santa Maria degli Scalzi a Venezia e i bombardamenti della Grande Guerra

Curiosità storiche
scalzi-chiesa

La Chiesa di Santa Maria degli Scalzi a Venezia e i bombardamenti della Grande Guerra

Venezia soffrì più di tante altre città italiane il primo conflitto mondiale, essendo molto vicina al confine con l'impero austroungarico, nemico dell'Italia durante la guerra.

Nel corso del conflitto la città subì 42 incursioni aeree che provocarono 84 feriti, la morte di 52 civili, ingenti i danni al patrimonio artistico, alle abitazioni, alle industrie e agli edifici pubblici. Furono ripetutamente colpiti l'Arsenale, la stazione ferroviaria e la stessa piazza San Marco. I bombardamenti tenevano gli abitanti in uno stato di continua tensione. Inoltre, già prima dell'entrata dell'Italia nel conflitto (24 maggio 1915), la città aveva cominciato a sentire gli effetti devastanti dello stop dei traffici commerciali e delle attività turistiche.

I danni al patrimonio artistico della città furono calcolati in 22 milioni di lire; la perdita più grave fu costituita da un prezioso affresco del Tiepolo conservato nella chiesa degli Scalzi distrutto dal bombardamento del 24 ottobre del 1915: i resti dell'opera furono in seguito venduti a beneficio della Croce Rossa.

L'opera rappresentava il Trasporto della casa di Loreto, affrescato dal grande pittore Giambattista Tiepolo nel 1743… Del soffitto rimasero soltanto i pennacchi che sorreggevano la volta e pochi altri frammenti, oggi conservati alle Gallerie dell'Accademia.

Fu nel tentativo di riparare a questo danno, che, nel periodo 1929-1933, Ettore Tito dipinse per la chiesa due opere: una tela di 100 metri quadrati, ed un affresco di 400 metri quadrati.

L'autrice della nostra affascinante rubrica è una guida turistica autorizzata di Venezia… Se desideri visitare la città con lei, prenota una visita guidata privata. Grazie all'esperienza maturata in anni di attività e alla grande passione che mette nel suo lavoro, Francesca ti regalerà il meglio che questa incredibile città offre ai suoi visitatori!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Prospero Alpini e la scoperta del caffè in Europa

prospero_alpini
Presenze illustri

Tutti conoscono il caffè, quella bevanda energizzante e conviviale consumata ogni giorno da milioni di persone! Noi italiani ne siamo ...

Vedi

Venezia: Il ponte dei pugni nel Sestiere di Dorsoduro

ponte-dei-pugni
Curiosità storiche

Il ponte dei pugni, situato nel Sestiere di Dorsoduro, deve il suo nome ad un’antica tradizione di Venezia: la Guerra dei pugni. Gli ...

Vedi

Venezia: La pietra rossa del ‘Sotoportego de la peste’

sotoportego-de-la-peste
Misteri & Leggende

Camminando per Venezia tra calli, campi e campielli vi potreste imbattere in strane lastre sul selciato… che non vanno assolutamente ...

Vedi

Treviso: La fabbrica di coriandoli del signor Carnevale a Paese

fabbrica-cordiandoli-carnevale
Tradizioni popolari

Tutti noi conosciamo i coriandoli, quei pezzettini di carta colorata che vengono lanciati in aria in occasione del carnevale… Vi siet...

Vedi

I post più letti

Padova: Il giardino delle biodiversità nell’Orto Botanico di Padova

giardino-biodiversità
Opere e luoghi poco noti

Fondato nel 1545 , l’orto Botanico di Padova è il più antico orto botanico al mondo ancora situato nella sua collocazione originari...

Vedi

Vicenza: La Torre Bissara nella Piazza dei Signori

torre-bissara-vicenza
Curiosità storiche

Uno dei luoghi più suggestivi di Vicenza è sicuramente Piazza dei Signori, dove si affaccia la celeberrima Basilica Palladiana, opera...

Vedi

Venezia: Il rilievo dell’uomo con la pipa a Palazzo Loredan sul Canal Grande

palazzo-loredan
Misteri & Leggende

Uno dei palazzi più antichi sulle rive del Canal Grande è Palazzo Loredan, eretto nel XIII secolo e attualmente sede del Municipio ci...

Vedi

Verona: Il monumento equestre a Cangrande della Scala a Verona

cangrande
Presenze illustri

Uno dei personaggi più famosi della storia di Verona è sicuramente Cangrande della Scala, signore di Verona dal 1308 fino al 1329, an...

Vedi