Aneddoti & Curiosità

Sulle tracce di Vivaldi a Venezia

Presenze illustri
Vivaldi

Sulle tracce di Vivaldi a Venezia

 

Tutti gli appassionati di musica collegano da sempre la città di Venezia al famosissimo musicista Antonio Vivaldi.

Il grande compositore di musica barocca nacque infatti a Venezia e qui visse e lavorò la maggior parte della sua vita.
Ma chi, visitando Venezia, cercasse i luoghi che lo hanno visto diventare uno dei più grandi violinisti di tutti i tempi, forse resterebbe deluso, perché oltre ad avere scarse notizie sulla sua vita, poco è rimasto della sua città.

Ma se si va a fondo ecco che possiamo innanzitutto parlare della splendida chiesa gotica di San Giovanni in Bragora, la parrocchia della sua famiglia, dove il piccolo Antonio fu battezzato nel maggio del 1678.

In questa splendida chiesa troviamo infatti una targa che lo ricorda accanto al fonte battesimale. Non sappiamo quale fosse la sua casa, ma possiamo immaginarlo bambino e adolescente nella basilica di San Marco insieme al padre, che lì era violinista.

A dieci anni la madre lo avviò alla carriera ecclesiastica ed Antonio andò a studiare teologia nella chiesa di San Geminiano, di fronte alla basilica di San Marco, gioiello del rinascimento distrutto da Napoleone.

Nel 1703 fu ordinato sacerdote nella chiesa di San Giovanni in Oleo, anch'essa distrutta nell'800.

Lavorò come maestro di violino nella chiesa della Pietà dal 1703 al 1720, ma l'attuale chiesa che si affaccia sulla riva degli Schiavoni non è quella che conobbe Vivaldi, perché l'edificio fu ricostruito in forme neoclassiche nel 1740.

Antonio Vivaldi lavorò anche come impresario teatrale nel famosissimo Teatro sant'Angelo e per il suo palcoscenico scrisse le sue più famose opere; il teatro, che si affacciava sul Canal Grande, è stato distrutto nel 1804 e sostituito oggi da un hotel.

Negli anni '30 lasciò Venezia per non tornarvi mai più; morì povero e dimenticato a Vienna e sepolto in una fossa comune senza alcuna lapide.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi