Aneddoti & Curiosità

Il teatro la Fenice a Venezia e il film ‘Senso' di Luchino Visconti

Location cinematografiche
senso-visconti

Il teatro la Fenice a Venezia e il film ‘Senso' di Luchino Visconti

Il Teatro la Fenice è uno dei più importanti monumenti di Venezia e uno dei migliori teatri d'Italia per l'opera lirica.

Purtroppo però questo teatro è stato per ben due volte distrutto da un incendio e quello che esiste adesso è una copia completata nel 2003.

Se volete avere un'idea di come apparisse il vecchio teatro, vi consigliamo di guardare ‘Senso', un grande film della tradizione italiana diretto dal famoso regista Luchino Visconti.

Girato nel 1954, narra le vicende di una giovane contessa veneziana che, malgrado il suo amore per l'Italia, si innamora di un soldato austriaco nella Venezia ancora occupata dalle truppe asburgiche nell'estate del 1866, poco prima dell'annessione del Veneto al nuovo Regno d'Italia.

L'inizio del film si apre proprio alla Fenice, con i patrioti che lanciano dai palchi mazzolini di fiori tricolori in segno di spregio nei confronti delle truppe austriache durante una rappresentazione della Traviata di Giuseppe Verdi. Proprio alla Fenice avverrà l'incontro fatale fra i due protagonisti.

Il film di Visconti fu visionato più volte e si rivelò molto utile dopo l'incendio del 1996 per ricostruire la decorazione dei palchi e della cavea del teatro, andati distrutti.

Venezia è da sempre una location molto amata dai registi di tutto il mondo. Se, oltre al Teatro La Fenice, desiderate scoprire altri luoghi da loro scelti per le proprie pellicole vi invitiamo a provare il Cinetour di Venezia proposto in esclusiva da venetoinside.com! Sarà una opportunità perfetta per conoscere Venezia da un'altra prospettiva e rivivere le emozioni delle scene indimenticabili girate in questa città unica.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

I post più letti

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi