Aneddoti & Curiosità

La tomba di Pietro Aretino nella chiesa di San Luca a Venezia

Presenze illustri
Pietro_Aretino

La tomba di Pietro Aretino nella chiesa di San Luca a Venezia

La poco conosciuta chiesa di San Luca a Venezia (nel sestiere di San Marco) è da secoli meta di pellegrinaggio per persone decisamente poco devote: libertini, miscredenti, giornalisti, letterati, liberi pensatori. Infatti nel 1556 qui fu sepolto Pietro Aretino, personaggio unico del Rinascimento italiano e veneziano.

Fu uno scrittore decisamente versatile, famoso soprattutto per i suoi Sonetti lussuriosi, che fecero molto scandalo all'epoca, per il suo manuale della perfetta prostituta, ma anche per i suoi versi satirici, indirizzati a tutti i potenti d'Italia; senza dimenticare le numerose commedie che  scrisse per il teatro.

Narra la leggenda che morì a Venezia in un modo oltremodo particolare: ascoltando una storiella sconcia, si mise a ridere così forte da cadere all'indietro e sbattere la testa. Fu sepolto appunto nella chiesa di San Luca e sulla sua lapide fu apposta una singolare epigrafe: Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: 'Non lo conosco'!.

Alla fine dell'800, durante dei lavori di rifacimento del pavimento della chiesa, questa lapide scomparve, ma ciò non fermò i tanti ‘pellegrini', che vi si recavano in cerca di qualche traccia del poeta. Ai lati dell'altare maggiore vi erano dei teleri della prima metà del ‘600, in cui secondo la tradizione, era ritratto nella folla anche l'Aretino: uno zelante parroco di metà XIX secolo li fece togliere - attualmente risultano dispersi - così da non avere più visitatori poco ‘devoti'!

Per conoscere molti altri curiosi aneddoti su Venezia richiedi subito la disponibilità di Francesca! L'autrice di questa affascinante rubrica ti svelerà i lati più nascosti e singolari di Venezia con un esclusivo itinerario costruito su misura per te!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi